venerdì 10 marzo 2017

HONDA CB550 REPLICA CR750 by JUSTIN STEYN

PIU’ BELLA DELL’ORIGINALE
Chi di noi non ha mai sognato di possedere una moto da gran premio? Magari una Honda o una Yamaha ufficiali. O addirittura la Ducati con cui Stoner ha vinto il mondiale nel 2007. Purtroppo il sogno è destinato a infrangersi contro la dura realtà basata sul vile denaro, a cui non interessa che la passione arde più del rosso del conto in banca.
Ciononostante esiste una soluzione sufficientemente economica per poter posteggiare nel proprio garage un mezzo che, pur non essendo ufficiale, garantisce le medesime sensazioni del modello originale: una replica. O meglio, una copia non obbligatoriamente fedele, che sfrutta una base coerente modificata con elementi simili a quelli originali. E più o meno deve essere stato questo il pensiero di Justin Steyn quando ha deciso di costruirsi una replica dell’Honda RC181 con cui Mike Hailwood corse il TT. Base di partenza una splendida CB550 non modificata, che sarebbe diventata davvero una RC replica se non fosse che nel suo peregrinare alla ricerca di pezzi da utilizzare per la sua special si è imbattuto in una CR750 identica a quella con cui Dick Mann vinse a Daytona nel 1970 Da quel momento il progetto di Justin ha preso un’altra via e il risultato è quello che potete ammirare nelle foto. Trovato un telaio Honda RSC (modificato in alcuni punti) e preparato il motore (testate, equilibratura, carburatori Keihin CR, accensione Dyna, sistema di scarico 4 in 4) gli altri particolari come le pedane, le sovrastrutture e il contenitore batteria/olio sono stati rivisti o realizzati ex novo per rispettare le forme dei pezzi originali pur con le nuove proporzioni del piccolo CB550. Per altri elementi sono state spese delle “licenze poetiche” dettate più che altro dalla volontà di migliorare le performance del mezzo; è il caso della forcella anteriore proveniente da una Suzuki GSX-R e i cerchi a raggi da 17 pollici della Excel. Il risultato? Semplicemente perfetto per proporzioni e sensazioni di guida. Considerando che molti pezzi sono stati creati specificamente per questa special (il serbatoio, ad esempio, è una replica in pezzo unico che riprende le forme e le proporzioni dell’originale adattandosi alle dimensioni del CB550) e le relative ore di lavoro (circa 350) si può intuire l’attenzione per il particolare che Justin ha riversato su questa piccola CR replica. La colorazione, infine, è l’apoteosi dello spirito con cui ci si è mossi; pur rispettando le grafiche originali è stata basata su un anomalo blu (in luogo del bronzo chiaro originale) quasi a voler sottolineare che si tratta di una replica…d’autore.