martedì 23 maggio 2017

LE MANS: APRILIA BENE CON LOWES CHE CONQUISTA I PRIMI PUNTI

L’inglese segna i primi punti iridati mentre Espargarò, dopo un’entusiasmante rimonta, ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di un guasto.

Il costruttore italiano continua a stupire nonostante Le Mans abbia regalato all’Aprilia Racing Team Gresini buone prestazioni ma anche un ritiro per problemi di natura tecnica. Da un lato, infatti, Lowes ha chiuso quattordicesimo (partiva ventunesimo in griglia) portando a casa i primi punti iridati. Dall’altro lato Espargarò si è dovuto ritirare a causa di un guasto tecnico (al momento ancora in fase d’investigazione da parte del team) dopo una strepitosa rimonta durata ben 23 giri che lo aveva portato dal diciottesimo all’ottavo posto.

LE MANS: MARQUEZ SBAGLIA (ANCORA) E PEDROSA VA A PODIO

Marquez cade e lascia per strada altri punti preziosi mentre il suo compagno sale sul podio e conquista il secondo posto nella classifica mondiale.

A Le Mans succede quello che non ci saremmo mai aspettati. Marquez cadendo butta al vento (nuovamente) una buona gara che gli avrebbe consentito di salire sul podio e guadagnare parecchi punti in classifica generale, soprattutto su Rossi e Vinales. Praticamente il peggior nemico di Marquez è proprio…Marquez che sotto pressione (complice forse anche una Honda non proprio perfetta) sbaglia e vede allontanarsi il sogno iridato.

lunedì 22 maggio 2017

GRAN PREMIO DI GERMANIA: 80 VOGLIA DEL NONO TITOLO!

Cairoli imprendibile segna l’ottantesima vittoria personale e allunga nel mondiale.

Sulla difficile e tecnica pista del Talkessel, in Germania, è arrivata l’ottantesima vittoria di Tony Cairoli nel mondiale di Motocross. Il fine settimana è cominciato nel migliore dei modi con la terza vittoria stagionale della gara di qualifica del sabato, dopo essere partito in testa e aver condotto dal primo all’ultimo giro la manche. Discorso diverso la domenica quando, nonostante un’ottima partenza, al quinto giro si è visto sorpassare dal compagno di marca Herlings che ha allungato velocemente, distanziandolo.

LE MANS: DUCATI SENZA GLORIA NE INFAMIA

Il quarto e il sesto posto in gara la domenica raddrizzano un brutto week end iniziato con pessime qualifiche. E in più c’è il problema gomme!

Si è concluso un week end molto travagliato (e carico di tensioni) per Ducati. Dopo qualifiche disastrose con Dovizioso sesto e Lorenzo addirittura sedicesimo, la gara della domenica ha permesso di mettere una pezza in questo fine settimana su una pista che, sulla carta, poteva essere favorevole alla GP17. Ciononostante il quarto posto di Andrea e il sesto di Jorge non sono del tutto veritieri dal momento che sia Marquez che Rossi, che si trovavano davanti ai piloti Ducati, sono caduti in diversi momenti della gara.

domenica 21 maggio 2017

MUSEO DUCATI

Con l’arrivo della bella stagione, Ducati ha deciso di tenere aperto il proprio museo anche la domenica per tutto il periodo estivo.
Da maggio il nuovo Museo Ducati resterà aperto anche di domenica, sempre dalle ore 9 alle 18. Per tutta la bella stagione quindi l'esposizione permanente della Casa di Borgo Panigale accoglierà i numerosi turisti da tutto il mondo anche nel corso dell’intero weekend.  Il mercoledì resta confermato come giorno di chiusura settimanale. Inaugurato a settembre scorso nella sua rinnovata veste grafica e narrativa, il nuovo Museo Ducati è ricco di novità.

LE MANS: ROSSI SHOW MA VINCE VINALES CON FINALE THRILLER

L’italiano regala una delle sue migliori performance ma cade all’ultimo giro e regala a Vinales vittoria e testa del mondiale. Zarco terzo incomodo.

La domanda che attanaglia ogni tifoso del motomondiale è se Rossi abbia fatto bene a osare così tanto. Perché di fatto la caduta all’ultimo giro ha consegnato nelle mani del suo giovane compagno di squadra vittoria (la cinquecentesima di Yamaha) e testa del mondiale. La verità è che la gara di Le Mans ci ha mostrato probabilmente un Rossi 2.0, mix (quasi) micidiale di ardimento giovanile e saggezza da pilota navigato.

giovedì 18 maggio 2017

ESCLUSIVA MONDIALE: KTM SVELA LE SUE PRIME ENDURO 2 TEMPI A INIEZIONE

A un anno dal lancio della gamma EXC 2017, KTM introduce due nuovi modelli destinati alle competizioni dotati di motore due tempi a iniezione con tecnologia TPI (Transfer Port Injection).

Presentate ufficialmente in anteprima mondiale le nuove 250 e 300 EXC TPI equipaggiate con un sistema d’iniezione denominato TPI (Transfer Port Injection), utilizzato per la prima volta al mondo su motori di serie dedicati alle competizioni. Questa tecnologia d’iniezione elettronica (brevettata) consiste nell’adozione di due iniettori posizionati nel travaso del cilindro, che rende il motore più docile nell’erogazione e meno assetato di carburante al tempo stesso. I benefici non si fermano qui, parchè si riscontra anche una riduzione della fumosità allo scarico, la semplificazione dei rifornimenti (non è più necessario fare miscela) e la fine delle complesse procedure di carburazione in base alle differenti condizioni ambientali in cui si utilizza la motocicletta.