mercoledì 18 ottobre 2017

Rubrica a ruota libera: Dovizioso da mondiale

Dovizioso e la GP17 possono vincere il campionato? Gli italiani aiuteranno il ducatista? E Marquez come reagirà dopo la sconfitta a Motegi?

Vincere su Marquez all’ultima curva è già difficile. Farlo per ben due volte a distanza di poco tempo è da inserire nelle imprese incredibili. Riuscirci sotto la pioggia, per giunta sulla pista della Honda, è da segnare in rosso sul calendario. Se poi lo fa un pilota come Dovizioso, che fino all’anno scorso era considerato un ottimo rider (oltre che un fine collaudatore) privo però di quella cattiveria che viene necessariamente richiesta a chi anela a vincere il titolo nella classe regina, allora bisogna cominciare seriamente a credere che il mondiale è davvero alla sua portata.  

Novità in Superbike

Grandi ritorni e addii memorabili nel campionato delle derivate di serie. Ma sarà tutto oro quel che luccica?

Si prospetta finale di stagione scoppiettante per il campionato delle derivate di serie. Infatti a distanza di poche ore sono stati annunciati due ritorni eccellenti: la Suzuki e l’ex iridato Guintoli. Per quanto riguarda il costruttore nipponico si sa che scenderà in pista già questo week end durante i penultimo round del campionato (che si svolgerà in Spagna sulla pista di Jerez de La Frontera ) con la GSX-R 1000 M.Y. 2017 pilotata dalla wild card Dominic Schmitter.

martedì 17 ottobre 2017

GP del Giappone: Il risveglio della Suzuki

Nuova aerodinamica e un buon setting fin dalle qualifiche hanno permesso alla Suzuki e ai suoi piloti di chiudere nella top five.

Finalmente si riesce a rivedere il potenziale della Suzuki che nel 2016 le ha permesso di entrare stabilmente nella top five. In parte la pioggia (e un setting perfetto, trovato fin dalle qualifiche) e in parte la nuova aerodinamica hanno contribuito a migliorare istantaneamente le prestazioni della GSX-RR e dei piloti del Team Suzuki Ecstar. Sia Iannone che Rins hanno dimostrato di essere in grado di gestire moto e pneumatici durante tutta la gara, risparmiando e spremendo l’una e gli altri a seconda delle necessità.

GP del Giappone: la crisi della Yamaha

Rossi cade e dice addio al titolo 2017 mentre Vinales chiude nono dietro a Zarcò.

Crisi vera per i piloti del team Movistar Yamaha MotoGp che sull’asfalto bagnato della pista di Motegi hanno avuto grosse difficoltà in sella alle M1 ufficiali, sofferenti con la gomma posteriore. Sia in qualifica che in gara il migliore yamahaista è stato il “privato” Zarcò, poleman al sabato e ottavo sotto la bandiera a scacchi con la M1 del team francese Monster Yamaha Tech3. Tutto ciò la dice lunga sui problemi sia di Rossi (che con sole tre gare dal termine è matematicamente tagliato fuori dalla corsa per il titolo e che, di fatto, può solo tentare di migliorare l’attuale quinto posto in classifica) che di Vinales (terzo in campionato a 41 punti da Marquez).

lunedì 16 ottobre 2017

GP del Giappone: bene Aprilia ma ora serve la vittoria

Piloti entrambi a punti ma a questo punto serve un altro step e puntare alla vittoria di un Gran Premio.

Potremmo definirlo “lo strano caso dell’Aprilia”. Perché se da un lato le performance di Espargarò e Lowes confermano i costanti miglioramenti del progetto RS-GP, dall’altro lato sembra che le posizioni a cui possono anelare i piloti siano plafonate intorno al quinto/settimo posto in gara. Quindi bene ma non benissimo perché a questo punto i valori in campo sono molto chiari e la MotoGP è la massima espressione della tecnologia motoristica su due ruote e serve un ulteriore step per puntare a vincere un Gran Premio e, per la stagione 2018, la costanza nella top five se non addirittura sul podio.

GP del Giappone: Marquez a podio, da spettacolo con Dovizioso

Splendida battaglia tra lo spagnolo e l’italiano sul circuito di Motegi in casa Honda. In Moto3 Vittoria di Fenati.

Bisogna capire se gli uomini Honda vedono il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Perché se da un lato Marquez ha chiuso secondo in volata e ha mantenuto la testa della classifica mondiale 8oltre ad aver conquistato il centesimo podio in carriera), dall’altro lato la Ducati ha vinto sul circuito di casa del costruttore nipponico, quello dove l’HRC e il Repsol Honda Team porta avanti lo sviluppo della RCV213V e della sua erede.

LS2 Helmets presenta il nuovo Road Tourer Rapid FF535

Design essenziale, comfort assoluto, protezione elevata e look di tendenza per il nuovo integrale LS2, anteprima della collezione 2018.


LS2 Helmets presenta la prima novità della collezione 2018: RAPID FF353. Il nuovo casco integrale, che entra di diritto nella categoria Road Touring, rappresenta il prefetto compromesso tra un design essenziale e un livello di protezione elevato, ma sempre e comunque interprete dello stile LS2e con un rapporto qualità-prezzo davvero invidiabile. RAPID FF353 è il casco perfetto per l’uso quotidiano in sella a una moto o ad un maxi-scooter in città, ed è in grado di offrire massimo comfort e una protezione ottimale anche in occasione di viaggi in fuoriporta su percorsi di medio e lungo raggio.