martedì 27 giugno 2017

MXGP OTTOBIANO: VITTORIA!

Cairoli vince anche nel gran premio di casa involandosi in classifica iridata. E il mondiale si fa sempre più concreto.

 Primo nelle libere e nelle cronometrate Cairoli ha conquistato la quinta pole position del 2017 con una rimonta concretizzatasi negli ultimi due giri dopo una partenza difficile che lo ha visto scivolare in quindicesima posizione nel primo giro della gara di qualificazione. Domenica dominio assoluto dal primo all’ultimo giro in gara uno e hole shot in gara due dove ha lottato con il compagno di marca Herlings, superato prima d’involarsi verso la seconda vittoria della giornata con un distacco di oltre trenta secondi.

MOTOGP ASSEN: MARQUEZ RAGIONIERE SALVA L’ONORE DELLA HONDA

Marquez agguanta il terzo posto ad Assen mentre il compagno di squadra arranca nelle retrovie. Ma in Gemania potrebbe essere tutta un’altra storia.


Inutile negarlo: dal Gran Premio di Assen la Honda esce malconcia nonostante il terzo posto di Marquez che salva l’onore dei giapponesi. Entrambi i piloti Repsol non sono mai realmente apparsi consistenti in gara come in qualifica e il podio, agguantato più per la defaillance di Dovizioso sotto la pioggia olandese che non per le prestazioni della Honda di Marquez, hanno il sapore di un risultato ragionato (e da ragioniere) di chi vuole puntare al mondiale e argina le perdite sui circuiti dove l’azzardo potrebbe tramutarsi nell’ennesima zero dopo una caduta.

lunedì 26 giugno 2017

MOTOGP ASSEN: DOVIZIOSO DA MONDIALE MA A DARE SPETTACOLO CI PENSA PETRUCCI

Petrucci lotta con Rossi per la vittoria e chiude secondo. Dovizioso con il quinto posto agguanta la leadership mondiale. Male Lorenzo quindicesimo con una gara nelle retrovie.

Chissà se in Ducati sono più felici per l’ottima prestazione di Petrucci e per la prima posizione di Dovizioso in classifica generale o più dispiaciuti per la gara incolore di Lorenzo. Se da un lato infatti, il pilota del team Octo Pramac Racing ha lottato con Rossi per la vittoria, dall’altro lato il maiorchino ha tribolato per tutto il week end a partire dalle qualifiche del sabato dove ha mancato il passaggio nella Q2.

YAMAHA AL WHEELS & WAVES 2017

La casa dei tre diapason illumina il festival di Biarritz con uno stand in tema e ben otto special!

Yamaha Motor ha ancora una volta confermato la propria presenza, leadership e creatività in occasione della sesta edizione di Wheels & Waves, il più famoso festival internazionale di scena a Biarritz (Francia) dedicato ai numerosi appassionati del mondo dei mezzi special, neo retrò e vintage e, naturalmente, delle onde e del surf. Il brand nipponico ha preso parte da protagonista a tutti i principali appuntamenti dell’happening francese come El Rollo (gara di flat track all’ippodromo di San Sebastian), ArtRide IV (mostra artistica a Pasaia San Pedro) e Punk’s Peak (sprint race sul Jaizkibel Mountain), attirando in particolare l’attenzione del pubblico grazie a ben otto nuove Yard Built sulla base delle Faster Sons XSR700 e XSR900.

domenica 25 giugno 2017

MOTOGP ASSEN: VALENTINO TRITATUTTI

Prima vittoria stagionale per Rossi che sale per la decima volta sul gradino più alto del podio ad Assen con una gara superba e sempre all’attacco.

Non poteva che essere Assen la pista dove segnare la prima vittoria stagionale del “Dottore”. Perché se si vuol credere alla cabala, Rossi sta correndo per vincere il decimo titolo mondiale e, guarda caso, domenica ha vinto per la decima volta sul circuito olandese rintuzzando gli attacchi di un arrembante Petrucci con cui ha portato avanti una bellissima lotta in pista.

HONDA ADVENTURE ROADS 2017

40 motocilisti, 3.500 km da Oslo a Capo Nord e due campioni dei rally come compagni di viaggio per la prima edizione dell’Honda Adventure Roads.

Un gruppo di 40 appassionati motociclisti sta per imbarcarsi in uno dei più bei viaggi di sempre, da Oslo a Caponord – il punto più a nord d’Europa –per la prima edizione di “Honda Adventure Roads”, il programma di raid avventura di Honda Motor Europe.

giovedì 22 giugno 2017

L’HARLEY-DAVIDSON NEL DESERTO DEL SAHARA

Tre moto, tre amici, un'idea: trascorrere dieci giorni nel deserto sahariano con tre veicoli rifatti da zero completamente e customizzati per il viaggio.

Tre moto, tre amici e un'idea: trascorrere dieci giorni nel deserto sahariano, con moto, tende, abbigliamento e veicolo di supporto rifatti da zero completamente e customizzati per il viaggio, e fare un film di quest’epica avventura! Ed è esattamente quello che è accaduto. Ne hanno parlato i protagonisti al Wheels and Waves dove hanno esposto le Harley-Davidsons dei Desert Wolves, ospitati in una torre di 6 metri di gabbie d'acciaio. Inizialmente le tre motociclette erano delle normalissime Harley-Davidson 1200 Roadster modificate per il viaggio da David Borras di El Solitario.

MOTO GUZZI AL WHEELS AND WAVES 2017

A Biarritz Moto Guzzi ha mostrato la sua anima più custom esponendo la famiglia V7 III e V9 e tre splendidi esemplari unici preparati durante il programma Lord of The Bikes.  

Moto Guzzi è stata una delle protagoniste al Wheels and Waves, il popolare festival di Biarritz, sulla costa atlantica francese, dedicato allo speciale connubio tra moto e surf che attrae ogni anno migliaia di amanti di uno stile di vita per veri spiriti liberi. Musica, motociclette e onde hanno animato la Cité de l’Ocean in prossimità di Biarritz, luogo sacro per i surfisti di tutto il mondo, nella cui cornice Moto Guzzi si è inserita perfettamente con le nuove declinazioni di V7 III e V9, affiancate da tre esemplari unici usciti dall’officina di Lord of The Bikes, il popolare talent dedicato alla customizzazione delle Moto Guzzi e che, nell’arena di Mandello del Lario, ha visto sfidarsi in spettacolari customizzazioni i migliori preparatori italiani.

SBK: YAMAHA TRA ALTI E BASSI A MISANO

Entrambi i piloti conquistano buone posizioni (e un podio) ma altrettanti ritiri. Manca ancora la vittoria ma Yamaha comincia a essere costantemente nella top five.



Le performance (e i risultati) altalenanti dei due piloti Yamaha sono frutto in parte della sfortuna e in parte della R1 che non sembra essere ancora all’altezza di Kawasaki e Ducati. La riprova sono i podi conquistati (nelle ultime tre gare Lowes ne ha portati a casa due) ma l’assenza di vittorie. E quando sembra che il risultato grosso sia alla portata del Team Pata Yamaha la sfortuna si accanisce sotto forma di problemi tecnici avulsi alla moto (leggasi pneumatico posteriore distrutto di Van Der Mark quando era in lotta per la vittoria in gara uno a Misano).

MULTISTRADA ENDURO ANCORA PIU’ GLOBETROTTER CON LA VERSIONE PRO

Nuova livrea, pneumatici sviluppati anche per l’uso offroad e accessori specifici per il fuoristrada. La versione Pro svela l’anima selvaggia della Multistrada.

La Multistrada 1200 Enduro diventa ancora più globetrotter con la nuova versione Pro. L’anima viaggiatrice e inarrestabile della più avventurosa delle Multistrada raggiunge un nuovo livello grazie a questa nuova versione destinata a coloro che viaggiano scegliendo sempre le strade meno battute. La Multistrada 1200 Enduro Pro si distingue per l’inedito colore Sand ruvido al tatto che caratterizza il frontale e la cover serbatoio, rifinita con due sticker con logo “Enduro” posizionato su entrambi i lati.

mercoledì 21 giugno 2017

HUSQVARNA PRESENTA LA NUOVA FS 450 SUPERMOTO

Husqvarna svela con orgoglio la nuova FS450 M.Y. 2018 con cui ha dominato il campionato supermotard.

Impegnati in un costante sviluppo tecnico, gli ingegneri di Husqvarna hanno concentrato la loro attenzione sull'introduzione di ulteriori affinamenti nel motore per aumentarne le prestazioni, e nel design aggiornato ma pur sempre al patrimonio svedese del marchio. Grazie ai componenti high-tech che sono stati testati con successo su circuiti di tutto il mondo, la nuova FS450 offre prestazioni senza pari, garantendo a tutti i piloti un mezzo ideale per raggiungere i loro obiettivi.

SBK: TORRES SFORTUNATO MA SEMPRE PIU’ VICINO AL PODIO

Sfuma il podio in gara due ma Torres e la sua BMW sono sempre più vicini ai primi e stabilmente nella top ten della classifica piloti. 

Finalmente si cominciano a vedere i primi risultati di un lungo e duro lavoro condotto da tutto il team Althea sulla quattro cilindri bavarese. Dopo il forfait di Reiterberger ad aprile per concentrarsi sul completo recupero fisico a seguito dell’incidente occorsogli nel 2016, il team di Bevilacqua ha lavorato per fornire ai suoi piloti Torres e De Rosa (sostituto del tedesco) una moto in grado di correre per le posizioni di testa. A Misano gara uno è stata quasi un preludio per un risultato prestigioso.

martedì 20 giugno 2017

BUELL XB9 CITY X "1/1" by DEBOLEX ENGINEERING - ETERNAMENTE GIOVANE

Stravolta nel look ma non nella sostanza, la Buell XB9 rinasce più strana che mai grazie alla factory inglese deBolex Engineering.

Amate e detestate in eguale misura, le piccole Buell potevano contare su uno zoccolo duro di affezionati proprietari (o semplici fans) che ne sapevano apprezzare le caratteristiche intrinseche nonostante un look che, soprattutto su alcuni modelli, lasciava perplessi. Aggiungere alla sanguignità della ciclistica il caratteristico bicilindrico Harley-Davidson dello Sportster (con tutti i pro e contro del caso) non faceva altro che acuire la pletora degli estimatori e dei detrattori.

SBK: MISANO DI GIOIE E DOLORI PER DUCATI

In gara uno il drammatico incidente di Davies mentre lottava per il gradino più alto del podio con Rea mentre in gara due si celebra la prima vittoria di Melandri. 

Un gran premio di Misano da dimenticare (al sabato) e da incorniciare (la domenica) nello stesso tempo per la Ducati. Se in gara uno si è vissuto il dramma dell’incidente occorso a Davies mentre lottava per la vittoria contro Rea fino a poche curve dalla fine, gara due ha suggellato il primo trionfo stagionale di Melandri in rosso. Per quanto riguarda il pilota britannico si è trattato di un incidente la cui dinamica ha ricordato per molti aspetti quello accaduto a Simoncelli, con Rea (incolpevole) che ha letteralmente investito Chaz cadutogli davanti pochi istanti prima.

lunedì 19 giugno 2017

HONDA AL WHEELS & WAVES

Tra passato e presente (e con un occhio al futuro), Honda è presente al Wheels & Waves special e prototipi da ammirare.

Wheels & Waves è un happening motociclistico annuale che si tiene a Biarritz, Francia, che mette in contatto il mondo delle moto con quello dello skateboard e del surf, caratterizzati dalla loro peculiare filosofia di vita, gusti musicali e stile. Competizioni di surf, gare di flat track, l’esposizione di moto elaborate e la musica dal vivo, fanno di questa esposizione un’esperienza indimenticabileper tutti i motociclisti e i surfisti appassionati. Con più di 15.000 visitatori durante l’edizione del 2016, Wheels & Waves consolida e accresce la sua popolarità anno dopo anno.

SBK MISANO: IL MONDIALE E’ UN AFFARE KAWASAKI

Rea sempre più da mondiale nonostante il dramma sfiorato in gara uno a Misano. Week end chiuso con una vittoria ed entrambi i piloti sempre a podio.

Poteva essere un sabato nero quello della Superbike a Misano, ma l’evoluzione della sicurezza di abbigliamento tecnico e della pista (e un pizzico di fortuna) hanno scongiurato il peggio. Ciononostante la dinamica dell’incidente in gara uno tra Davies e Rea (che si stavano giocando la vittoria) ha ricordato, almeno visibilmente, quello occorso a Simoncelli.

giovedì 15 giugno 2017

NUOVE YAMAHA ENDUROGP WR250F E WR450F

La casa dei tre diapason presenta due edizioni limitate delle enduro WR-F ispirate ai mezzi ufficiali e in grado d’offrire prestazioni e stile al top.

I modelli tre diapason della famiglia WR-F, da sempre dotati di un design innovativo con la testa del cilindro rovesciata e il compatto telaio in alluminio, hanno permesso alla Casa di Iwata di rivestire, negli anni, un ruolo fondamentale nel mondo dell'enduro. Le loro caratteristiche tecniche e stilistiche e la loro anima energica hanno infatti catalizzato l’attenzione del pubblico. La storia tassellata di Yamaha, però, continua.

MOTOGP: APRILIA COMPETITIVA NONOSTANTE LO STOP TECNICO

Malgrado il problema tecnico della sua Aprilia, l’ottima qualifica di Espargaro dimostra i grandi progressi del progetto e della squadra.

Mettiamola così: nonostante il problema tecnico che ha costretto al ritiro l’Aprilia di Espargaro, le prestazioni dell’intero week end sono state più che positive. Ciononostante rimane l’amaro in bocca per l’occasione persa dopo un quinto posto in qualifica che voleva dire la seconda fila e, finalmente, una gara non in rimonta ma direttamente tra i big. La prestazione della RS-GP e di Aleix deve quindi essere letta con una prospettiva più generale secondo cui l’Aprilia è in evidente crescita, oltre che in gara anche nelle qualifiche.

MOTOGP: SUZUKI SOTTO LE ASPETTATIVE

Suzuki paga la mancanza di grip sull’asfalto bollente del circuito di Catalunya con Iannone sedicesimo e Guintoli alle sue spalle.

Dopo i riscontri post Mugello ci si aspettava una Suzuki nei primi dieci. E invece la GSX-RR e i suoi piloti sono stati traditi dal grande caldo che faceva scivolare gli pneumatici obbligando entrambi i piloti a guidare al limite del grip degli pneumatici. Da un lato Iannone, dopo un warm up positivo, ha pagato lottato in gara per trovare il ritmo; dall’altra parte del box un Guintoli convalescente dopo i problemi di salute che lo hanno afflitto per tutto il week end, è riuscito a migliorarsi in gara gestendo in un crescendo costante la propria moto e il grip precario degli pneumatici.

DUE NOVITÀ SCRAMBLER DUCATI A WHEELS AND WAVES

Presentate in anteprima mondiale al Wheels and Waves l’inedita versione “Mach 2.0” e la Full Throttle con una grafica rinnovata.

Scrambler con la sua Land of Joy torna a Wheels and Waves presentando in anteprima mondiale due novità. Il celebre evento francese, in programma dal 14 al 18 giugno a Biarritz, è stato scelto come palcoscenico ideale per svelare il nuovo Scrambler Mach 2.0 e una nuova grafica della Full Throttle. Lo Scrambler Mach 2.0 è caratterizzato dal manubrio basso a sezione variabile in alluminio, sella dedicata Flat Track Pro, cover scarico e teste del motore nere e alette spazzolate di derivazione Café Racer.

mercoledì 14 giugno 2017

MOTOGP: IL RISVEGLIO DELLA HONDA

Honda micidiale sul circuito spagnolo segna la terza doppietta stagionale e piloti rimontano in classifica mondiale.

Questa volta i piloti ufficiali del Repsol Honda Team hanno fatto quello che ci si aspettava da loro fin dall’inizio del campionato sebbene sia sfuggita la vittoria. Costanti nelle prove, in grado di gestire il degrado delle gomme (ma non come Dovizioso con la sua Ducati) e sempre presenti nel gruppo di testa nonostante le disavventure (leggasi scivolate a go go) di Marquez durante le prove e un contatto a inizio gara con lo spagnolo incolpevole.

NUOVA YAMAHA YZ450F M.Y. 2018

La 450 da cross di Iwata adotta nuovi motore, telaio e plastiche e un’anima high tech grazie alla prima app Power Tuner per smartphone al mondo.

Yamaha YZ450F è universalmente considerata una delle moto da cross più performanti. Un mezzo rivoluzionario che, grazie alle sue caratteristiche stilistiche e tecniche, ha offerto negli anni ad ogni appassionato del tassello la possibilità di conoscere le prestazioni da moto ufficiale. Per il 2018, la Casa di Iwata presenta una nuova edizione della 450 cc completamente rinnovata sia dal punto di vista tecnico che stilistico grazie al pratico avviamento elettrico e al sistema wireless che la collega alla prima app al mondo che ne permette il setting.

lunedì 12 giugno 2017

MOTOGP: IL GIORNO NERO DELLA YAMAHA

Prestazione incolore dei piloti ufficiali, battuti anche dal team satellite. E rimane il mistero su cosa sia successo alle M1 di Rossi e Vinales.

Non è tanto la prestazione sotto tono di entrambi i piloti che colpisce e neppure il loro veleggiare nelle posizioni di media classifica al punto da essere fanalini di coda della top ten, quanto piuttosto il fatto che i Zarco e Folger del team satellite Tech3 in sella alle M1 2016 siano giunti davanti agli ufficiali. La pista catalana ha fatto soffrire le Michelin e l’equilibrio della vecchia M1 e in questo gran premio ha fatto la differenza. Il risultato finale è che il francese è risultato il migliore dei piloti Yamaha in pista con il suo quinto posto (incalzato dal compagno di squadra sesto) mentre Rossi ha chiuso ottavo e Vinales addirittura decimo.

MV AGUSTA RVS #1: REALMENTE SPECIALE!

Con la sigla RVS - Reparto Veicoli Speciali – MV Agusta propone l’essenza della manifattura al massimo livello su due ruote e prestazioni al vertice.

MV Agusta presenta RVS #1, il primo progetto ideato e realizzato dal Reparto Veicoli Speciali. Ed è un esordio che ha contenuti estremi, senza compromessi. I progettisti e i designer del Reparto Veicoli Speciali sono partiti da un modello iconico già caratterizzato per immaginare e poi costruire una moto realmente unica. Per molte ragioni: l’allestimento, la qualità della componentistica, l’immagine globale, le prestazioni, l’effettiva esclusività.

HONDA TRANSALP “COBRA” by EMPORIO ELABORAZIONI MECCANICHE - ERA SOLO UNA TRANSALP!

Non convenzionale, bicolore e piena zeppa di soluzioni ardite. E dire che era solo una Transalp!

Ci sono progetti geniali e pragmatici che per attenzione (o per fortuna) risultano oltre che funzionali anche belli come ad esempio l’Honda Transalp. Eppure quella che potrebbe sembrare una motocicletta perfetta, con il tempo viene data per scontata 8non sempre ma sicuramente spesso) al punto da essere quasi snobbata. In sintesi è un po’ come dire (e ne siamo stati testimoni in prima persona) che la Transalp è una gran moto ma siccome ce ne sono molte in giro si va alla ricerca di qualcosa di meno “commerciale” e con più personalità. In sintesi i pregi (che sono tantissimi) vengono messi in secondo piano in favore di presunti difetti che appaiono più come scuse che non reali al punto da far dire che si tratta “solamente” di una Transalp!

MOTOGP: IN CATALUNYA DOVIZIOSO CONCEDE IL BIS

L’italiano ci prende gusto e vince (di testa) la sua seconda gara stagionale e vola a -7 dal capoclassifica. Bene anche Lorenzo quarto in crescita.

Per la seconda volta in sette giorni Dovizioso ha alzato in aria il trofeo del vincitore espugnando prima il Mugello e poi anche la pista catalana. E a far ben sperare gli uomini in rosso è il modo con cui sono maturati i due successi: di testa, gestendo gara e gomme e senza attendere la debacle dei big. In sintesi Dovizioso vince e lo fa da campione navigato al punto che nella conferenza post gara ha dichiarato che non ha neppure spinto al massimo la sua GP17.

giovedì 8 giugno 2017

KAWASAKI H2 by WRENCHMONKEES - PECCATO DI LESA MAESTA’?

E’ la domanda che ci poniamo: chi avrebbe il coraggio di mettere mano (e modificare) una Kawasaki H2? Scopritelo con noi.

Quando uscì l’Honda CBR 900 RR (la prima Fireblade per intenderci) la sua linea era talmente bella che nessuno si sarebbe mai immaginato di svestirla o modificarla. Poi in Germania scoppiò la moda delle naked e tutto cambiò. Arrivò la Ducati 916 la prima dell’era moderna con gli scarichi sotto la coda e si pensava la stessa cosa, ma poi tutto cambiò di nuovo. Stesso discorso per l’MV Agusta F4 e per la strepitosa (e filante) Yamaha R1 prima serie che sembrava più sottile di un foglio di carta. Chi avrebbe mai osato metter mano su un design così perfetto? Tutti, a distanza di pochi anni!

MOTO2 SI CAMBIA: DAL 2019 TRIUMPH FORNIRA’ IL SUO TRE CILINDRI.

Ufficializzato durante il Gran Premio del Mugello la fornitura in esclusiva dei motori Triumph per la classe Moto2 a partire dalla stagione 2019.

Era diventato il classico segreto di Pulcinella fino a quando, durante il week end di gara del Mugello, non è stata ufficializzata la notizia: a partire dal 2019 (e per le successive tre stagioni) il fornitore ufficiale unico dei propulsori della Moto2 sarà la Triumph. Il costruttore inglese darà alle scuderie il suo iconico tre cilindri derivato da quello montato sulla Street Triple RS. Il propulsore di 765cc si distinguerà da quello di serie per un setting specifico per le gare grazie alle seguenti modifiche:  

HUSQVARNA MOTORCYCLES PRESENTA LA SUA GAMMA MOTOCROSS 2018

Sette modelli migliorati e TC85 completamente nuova, Husqvarna presenta la nuova line up 2018 dei propri modelli da motocross.

Maggio mese ricco per Husqvarna che ha presentato la nuova gamma motocross M.Y. 2018 ed enduro (comprese le stupefacenti versioni TE 205 e 300i a 2 tempi). Per quanto riguarda le serie FC e TC (ovvero la gamma a 2 e 4 tempi dedicata al motocross) il costruttore svedese ha ufficializzato ben otto modelli  che combinano la più moderna tecnologia con una componentistica di massimo livello, disponibile di serie. Tra i protagonisti nel segmento del motocross, Husqvarna introduce nella gamma 2018 una TC85 completamente rinnovata insieme ad altri sette modelli della serie TC ed FC che ricevono sostanziali migliorie per continuare a offrire, in tutte le motorizzazioni, prestazioni al vertice di categoria.

MOTOGP: SUZUKI CONTINUA A MIGLIORARE

Iannone chiude decimo come a Le Mans ma il feeling con la GSX-RR migliora e il team sa già dove intervenire per avvicinarsi ai big.

Nelle parole di Davie Brivio Team Manager del team Suzuki Ecstar, è racchiuso il significato della prestazione dei due piloti al Mugello: “è stata una gara molto positiva e la vedo come una pietra miliare nel nostro percorso di crescita. E’ un decimo posto come a Le Mans, ma completamente diverso. Andrea ha combattuto con i piloti più veloci e ha contenuto il gap dal gruppo di testa. Ha fatto un’ottima partenza (da sedicesimo a nono nel primo giro nda) e ha mantenuto lo stesso ritmo dei leader per molti giri.

martedì 6 giugno 2017

SVELATA LA NUOVA GAMMA ENDURO HUSQVARNA A 2T

Presentate le rivoluzionarie Husqvarna TE 250i e 300i enduro a 2 tempi dotate d’iniezione elettronica.

Husqvarna ha introdotto ufficialmente nella propria line up di modelli dedicati all’enduro le nuovissime TE 250i e 300i a 2 tempi, dotate di sistema d’iniezione elettronica del carburante, in grado d’offrire vantaggi senza precedenti in termini di prestazioni, guidabilità, consumi e facilità d'uso. Insieme ai modelli a 2 tempi a iniezione, Husqvarna ha presentano le serie TE ed FE M.Y. 2018 aggiornate sfruttando i feedback provenienti dalle competizioni e amalgamandole con quanto progettato dal reparto R&D, per poter offrire mezzi premium dedicati al mondo dell’enduro e dell’off-road.

MOTOMONDIALE: LO STRANO CASO DEL TEAM HONDA REPSOL

Allarme rosso in casa Honda che con i piloti ufficiali a pari punti che chiudono la top five, o trova una soluzione tecnica o deve dire addio ai sogni mondiali.

Curiosa situazione quella del team ufficiale Honda Repsol con entrambi i piloti a pari punti (68) e con una vittoria e due ritiri a testa e con Marquez che precede Pedrosa in classifica mondiale nonostante quest’ultimo sia salito sul podio una volta in più rispetto al compagno di squadra. L’analisi nuda e cruda della classifica dice che i due piloti Honda sono quelli che hanno sbagliato di più tra i cinque big che si stanno giocando il mondiale (sia Dani che Marc hanno collezionato due ritiri a testa mentre Rossi, Dovizioso e Vinale sono fermi uno).

lunedì 5 giugno 2017

MOTOGP: YAMAHA A DUE VELOCITA’ AL MUGELLO

Doppia lettura per la Yamaha al Mugello con ottime qualifiche al sabato ma incapaci d’arginare le Ducati in gara.

Leggere il week end italiano del team Movistar Yamaha è più complesso di quanto sembri. Dopo l’incidente di Rossi durante una sessione d’allenamento con relativa paura che non potesse essere presente sulla griglia d partenza del gran premio d’Italia, i due portacolori della casa dei tre diapason hanno conquistato i primi due posti in qualifica (la pole è andata a Vinales).

BMW MOTORRAD CONCEPT LINK. REINVENTARE LA MOBILITÀ URBANA SU DUE RUOTE

Al concorso d’eleganza Villa d’Este 2017 BMW presenta la sua visione futuristica della mobilità urbana a zero emissioni su due ruote: Concept Link.

Ispirato a Vision Next 100, lo studio di design abbina la connettività digitale alle esigenze della mobilità urbana su due ruote, e percorre nuovi sentieri, muovendosi oltre le convenzioni tradizionali, sia per quanto riguarda il design sia per la tecnologia. “BMW Concept Link rappresenta una nuova visione della mobilità urbana.

DUCATI VINCE DUE PREMI AL CONCORSO D’ELEGANZA VILLA D’ESTE

Un’inedita Café Racer si aggiudica il “Trofeo Villa Erba” e la categoria “Design Motociclistico – Concept Bike e Prototipi di Nuova Concezione”.

Un altro importante riconoscimento allo stile e al design Ducati. Un’inedita versione della Café Racer si è aggiudicata il primo posto nella classe “Design Motociclistico - Concept Bike e Prototipi di Nuova Concezione” al prestigioso Concorso d'Eleganza Villa d'Este, svoltosi a Cernobbio, sul Lago di Como. Realizzato su base Scrambler Ducati, questo concept è stato realizzato dal Ducati design Center, diretto da Andrea Ferraresi. La Café Racer vince anche il “Trofeo Villa Erba”, il premio del pubblico che quest’anno è stato assegnato per la prima volta.

MOTOMONDIALE: DUCATI E' VITTORIA!

Dovizioso regala la prima vittoria stagionale alla Ducati sul circuito di casa. E ora è secondo nella classifica mondiale! Ottimo Petrucci terzo.

Ci sono volute ben sei gare ma alla fine la prima vittoria stagionale in MotoGP della Ducati è arrivata al Mugello con Dovizioso. Sulla pista di casa lo squadrone Ducati (nove moto schierate di cui quattro GP17) ha mostrato i muscoli piazzando ben cinque mezzi nella top ten e tagliando il traguardo con un secondo e due di vantaggio si Vinales. Ma nonostante la meritata vittoria sorgono alcune domande lecite.

lunedì 29 maggio 2017

BMW R 1150 GS “RED ROOSTER” by NCT MOTORCYCLES

SPECIAL PER PIACERE
Ormai le GS completamente di serie sono come i panda, una razza in via d’estinzione. Trovarne una che sia ancora come mamma BMW l’ha fatta è puro miraggio e i prezzi dell’usato che oscillano dai 4.000 euro, per un modello del ’97 in discrete condizioni e con un elevato chilometraggio alle spalle, ai 7.000/8.000 euro per versioni relativamente più recenti permettono a una pletora più o meno specializzata di preparatori d’avventurarsi nel magico mondo della trasformazione della grossa bavarese in una scrambler.

DUCATI 848 STREETFIGHTER “SG-848X” by SMOKED GARAGE

FAST AND FURIOUS IN SALSA DUCATI
Decidete voi se in questa special vedete una preparazione alla Fast and Furious o un tocco di futurismo con le sue linee che sembrano gridare “velocità” anche da ferma, o ancora uno stile transformer evidente nel sistema di “sollevamento” del gruppo sella/serbatoio, oppure un classico makeover custom sottolineato dalla palpebra copri faro che sa tanto di Batwing Harley. E infine vedete anche voi una vaga somiglianza nella porzione anteriore con le speeder bike 74-Z degli Stormtrooper di guerre stellari?

DUCATI GT 860 by HAZAN MOTORWORK

LO STRANO CASO DELLA DUCATI TURBOCOMPRESSA
A prima vista le forme e lo stile geometrici ricordano il famoso quadro Tableau I del 1921 di Mondrian, ma il turbocompressore ostentato sopra la testata anteriore rimanda lo stesso effetto brutale di un pugno nello stomaco. Considerando poi che la base di partenza è una Ducati GT 860 a coppie coniche e distribuzione desmodromica del ’78 il desiderio di salire in sella e provare l’ebrezza di torcere le proprie budella è un tutt’uno.

YAMAHA RD 400

USATO GARANTITO E SPECIAL
Con il proliferare delle special anche i progetti iniziati e mai terminati sono diventati una risorsa per chi vuole cimentarsi nella costruzione di una motocicletta unica. E, gioco forza, le inserzioni dell’usato sono il primo posto dove andare a sbirciare alla ricerca delle occasioni come nel caso di Anthony Scott che ha trovato una Yamaha RD 400 lievemente modificata e pronta a cambiare proprietario.

MOTO GUZZI AMBASSADOR by RODSMITH MOTORCYCLES

“GUZZI TU MI TURBI”


Quando una special può essere definite…Special con la “S” maiuscola? Cioè quando una motocicletta nata di serie e trasformata con passione diventa davvero unica? Probabilmente del termine “special” si è abusato anche quando non si doveva, inflazionando e mortificando certe preparazioni che, per ovvi motivi e per evidenti risultati, dovrebbero essere definite addirittura uniche.

PNEUMATICI MICHELIN PER L’ENDURO

Una nuova gamma di pneumatici MICHELIN Enduro debutterà nel campionato del mondo al GP d’Italia 2017.

La prossima tappa italiana del Campionato del Mondo Enduro (27-28 maggio) vedrà la nuova gamma di pneumatici MICHELIN Enduro debuttare sulle moto della scuderia Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing. Sviluppata per le competizioni con la collaborazione dei piloti Mathias BELLINO, Julien GAUTHIER e Emmanuel ALBEPART, questa nuova gamma è indicata anche per gli appassionati di Enduro ed è proposta con due mescole: medium e hard.

SUPERBIKE: KAWASAKI DOMINA A DONINGTON

Sykes re di Donington conquista gara 1 per la nona volta di fila. Ma Rea, con il primo posto in gara 2, regala la centesima vittoria a Kawasaki.

Donington è verde come i suoi prati e come il colore delle moto che espugnano il gradino più alto del podio con tre diversi piloti in due distinte categorie: Sykes e Rea rispettivamente in gara 1 e 2 della Superbike e Sofuoglu nella 600 Supersport. Al sabato Tom ha semplicemente dettato la sua legge partendo discretamente e “mangiandosi” uno dopo l’altro tutti i piloti che gli stavano davanti. L’unico che ha opposto strenua resistenza è stato proprio il suo compagno di squadra ritiratosi per una caduta causata da un problema al suo pneumatico posteriore.

SUPERBIKE: DONINGTON SFORTUNATA PER DUCATI

Davies costretto a rimontare in entrambe le manches; Melandri con problemi di vibrazioni si ritira in gara 2 a causa del salto della catena.

Sembra che la sfortuna continui ad accanirsi con il povero Davies. Potenzialmente aveva il passo per vincere ma a Donington tutto ciò che poteva andare storto è accaduto. In gara 1 è scivolato mentre era in testa; finito in fondo al gruppo ha rimontato fino all’ottavo posto girando con il ritmo dei primi. In gara 2 dopo una digressione sul prato nelle prime fasi della corsa per evitare Haslam scivolatogli davanti, si è ritrovato diciassettesimo e ha chiuso terzo con una rimonta furibonda portata avanti con il passo dei piloti di testa.

MXGP GRAN PREMIO DI FRANCIA: “SONO TONY”

Pur mancando la vittoria di un solo punto, il secondo posto finale permette a Cairoli l’allungo in campionato e la fuga verso il nono titolo.

Il circuito francese, ubicato sulle coline di Erneè, è un tracciato classica e molto fisico che ha impegnato particolarmente i piloti con temperature e umidità elevate. Ciononostante Cairoli ha portato avanti la sua carica anche sulla pista transalpina conclusa con il secondo posto assoluto dopo aver conquistato il quinto posto nelle cronometrate e l’hole-shot nella gara di qualifica, sospesa con bandiera rossa. Al restart, pur con una partenza meno brillante, il messinese ha centrato il sesto cancello per la domenica.

SUPERBIKE: DONINGTON POSITIVA PER YAMAHA IN TUTTE LE CATEGORIE

Sia in Superbike che nella 600 Supersport Yamaha riesce a piazzare bene i suoi piloti. E nella 300 ha vinto con Coppola!

Nonostante non abbia vinto nelle categorie maggiori, Yamaha deve essere soddisfatta dei risultati dei propri piloti sulla pista inglese di Donington. La terra della perfida Albione ha regalato alla casa dei tre diapason un podio in Superbike, uno nella 600 Supersport e la vittoria nella nuova classe 300. In tutte e tre le categorie la costante è stata la battaglia fino all’ultimo giro per la conquista delle rispettive posizioni.

giovedì 25 maggio 2017

KAWASAKI NINJA 650 KRT PERFORMANCE ABS

SPORTIVA E PER TUTTI
Dimenticate l’entry level paciosa e friendly ER da cui deriva perchè la nuova 650 è un mezzo sportivo e goderecccio senza essere una race replica difficile da gestire nell’uso quotidiano. Interventi mirati a motore e ciclistica (e nella versione Performance anche qualche accessorio dedicato) hanno trasformato la media di Akashi in una sportiva in grado d’assecondare sia l’uso quotidiano che le velleità più sportive (con le dovute differenze del caso con, ad esempio, una ZX 10RR) rimanendo comunque parsimoniosa nei consumi (viene dichiarato un valore di 4,3 litri per 100 chilometri).

CARTA VINCE, CARTA PERDE.

Nella MotoGP il problema gomme tiene banco e il costruttore francese decide (con i piloti) di tornare alle specifiche del 2016.

Seppure distanti anni luce dalle polemiche di parecchi anni fa quando i gommisti fornivano ai big le “supergomme” costruite nella notte per migliorare le prestazioni in qualifica e in gara, il problema legato agli pneumatici Michelin continua a tenere banco nella classe regina. E tra cambi di decisione dell’ultimo momento e critiche più o meno velate indirizzate al costruttore transalpino, sembra che sia stato deliberato con l’avallo di 20 piloti su 23 totali il ritorno alla versione 070 utilizzata nel 2016.

mercoledì 24 maggio 2017

PICCOLA GRANDE SUZUKI

Debutta la piccola sportiva GSX250R sul mercato italiano che sarà disponibile nelle concessionarie da fine maggio.

La gamma delle sportive Suzuki si completa con l’ingresso in listino della Suzuki GSX250R. Questo modello ha un look ispirato alle grandi, ed è pronta a donare un piacere di guida all’altezza della tradizione GSX-R, con costi di acquisto e di gestione molto contenuti. Con la sua maneggevolezza è l’ideale per i neopatentati e in generale per chi cerca un mezzo poco impegnativo ma capace di regalare grandi emozioni. Dopo essere stata molto ammirata sotto i riflettori dell’EICMA nello scorso autunno, la Suzuki GSX250R arriva finalmente sulle strade italiane e si pone subito al vertice del segmento delle sportive di piccola cilindrata, con un’estetica mozzafiato e una dotazione tecnica di prim’ordine.

LE MANS: DOMENICA DI GARA POSITIVA PER SUZUKI

Nonostante il week end travagliato, entrambi i piloti Suzuki sono andati a punti. Importanti feedback di Guintoli per il setting della moto. 

Durante il week end francese sulla pista di Le Mans è emerso forse il più grave dei problemi della GSX-RR: la difficoltà di trovare un setting ottimale di base in breve tempo. Le condizioni meteo in costante mutazione hanno obbligato il team a modificare le regolazioni più volte, rincorrendo gli avversari che invece sono riusciti in breve tempo a sistemare i propri mezzi. Naturalmente questo ritardo si ripercuote su tutto il lavoro del fine settimana e sulle sensazioni che i piloti hanno in sella alle Suzuki.