lunedì 22 maggio 2017

GRAN PREMIO DI GERMANIA: 80 VOGLIA DEL NONO TITOLO!

Cairoli imprendibile segna l’ottantesima vittoria personale e allunga nel mondiale.

Sulla difficile e tecnica pista del Talkessel, in Germania, è arrivata l’ottantesima vittoria di Tony Cairoli nel mondiale di Motocross. Il fine settimana è cominciato nel migliore dei modi con la terza vittoria stagionale della gara di qualifica del sabato, dopo essere partito in testa e aver condotto dal primo all’ultimo giro la manche. Discorso diverso la domenica quando, nonostante un’ottima partenza, al quinto giro si è visto sorpassare dal compagno di marca Herlings che ha allungato velocemente, distanziandolo.

LE MANS: DUCATI SENZA GLORIA NE INFAMIA

Il quarto e il sesto posto in gara la domenica raddrizzano un brutto week end iniziato con pessime qualifiche. E in più c’è il problema gomme!

Si è concluso un week end molto travagliato (e carico di tensioni) per Ducati. Dopo qualifiche disastrose con Dovizioso sesto e Lorenzo addirittura sedicesimo, la gara della domenica ha permesso di mettere una pezza in questo fine settimana su una pista che, sulla carta, poteva essere favorevole alla GP17. Ciononostante il quarto posto di Andrea e il sesto di Jorge non sono del tutto veritieri dal momento che sia Marquez che Rossi, che si trovavano davanti ai piloti Ducati, sono caduti in diversi momenti della gara.

domenica 21 maggio 2017

MUSEO DUCATI

Con l’arrivo della bella stagione, Ducati ha deciso di tenere aperto il proprio museo anche la domenica per tutto il periodo estivo.
Da maggio il nuovo Museo Ducati resterà aperto anche di domenica, sempre dalle ore 9 alle 18. Per tutta la bella stagione quindi l'esposizione permanente della Casa di Borgo Panigale accoglierà i numerosi turisti da tutto il mondo anche nel corso dell’intero weekend.  Il mercoledì resta confermato come giorno di chiusura settimanale. Inaugurato a settembre scorso nella sua rinnovata veste grafica e narrativa, il nuovo Museo Ducati è ricco di novità.

LE MANS: ROSSI SHOW MA VINCE VINALES CON FINALE THRILLER

L’italiano regala una delle sue migliori performance ma cade all’ultimo giro e regala a Vinales vittoria e testa del mondiale. Zarco terzo incomodo.

La domanda che attanaglia ogni tifoso del motomondiale è se Rossi abbia fatto bene a osare così tanto. Perché di fatto la caduta all’ultimo giro ha consegnato nelle mani del suo giovane compagno di squadra vittoria (la cinquecentesima di Yamaha) e testa del mondiale. La verità è che la gara di Le Mans ci ha mostrato probabilmente un Rossi 2.0, mix (quasi) micidiale di ardimento giovanile e saggezza da pilota navigato.

giovedì 18 maggio 2017

ESCLUSIVA MONDIALE: KTM SVELA LE SUE PRIME ENDURO 2 TEMPI A INIEZIONE

A un anno dal lancio della gamma EXC 2017, KTM introduce due nuovi modelli destinati alle competizioni dotati di motore due tempi a iniezione con tecnologia TPI (Transfer Port Injection).

Presentate ufficialmente in anteprima mondiale le nuove 250 e 300 EXC TPI equipaggiate con un sistema d’iniezione denominato TPI (Transfer Port Injection), utilizzato per la prima volta al mondo su motori di serie dedicati alle competizioni. Questa tecnologia d’iniezione elettronica (brevettata) consiste nell’adozione di due iniettori posizionati nel travaso del cilindro, che rende il motore più docile nell’erogazione e meno assetato di carburante al tempo stesso. I benefici non si fermano qui, parchè si riscontra anche una riduzione della fumosità allo scarico, la semplificazione dei rifornimenti (non è più necessario fare miscela) e la fine delle complesse procedure di carburazione in base alle differenti condizioni ambientali in cui si utilizza la motocicletta.

DUCATI DRE ENDURO ACADEMY 2017

In sella a Multistrada 950 e 1200 Enduro per imparare a guidare fuoristrada. Date e programma della scuola guida Ducati dedicata all’offroad.  


Riparte la DRE Enduro Academy, l’accademia di guida Ducati dedicata all’offroad. I corsi DRE Enduro Academy offrono l’opportunità di apprendere o migliorare la guida della moto su qualsiasi tipo di strada, terreno o asperità, garantendo sempre il massimo della sicurezza. Il prestigioso Castello di Nipozzano resta la location selezionata per questa attività, potendo contare sui terreni che circondano la tenuta e che si estendono per oltre 600 ettari.

YAMAHA R125 E R3 CUP 2017: DEBUTTO PER I MONOMARCA TRE DIAPASON!

Iniziati i trofei dedicati alla 125 e 300cc di Casa di Iwata: Mascellino (R125) e Bernardi (R3) sugli scudi del primo round.

È ufficialmente iniziata la stagione 2017 dei campionati Yamaha R125 e R3 Cup, trofei monomarca appartenenti al CIV e organizzati da AG Motorsport Italia in collaborazione con la filiale italiana della Casa di Iwata. Primi round all'insegna della passione e adrenalina che, ancora una volta, confermano il successo del "Progetto Giovani" che oggi, grazie alle proprie caratteristiche e alla storia di questi ultimi anni, s’integra alla perfezione con il mondo "bLU cRU" del brand nipponico, accompagnando in pista il passaggio dei talenti più piccoli dalle classi inferiori alle quelle superiori.

DUCATI XDIAVEL EXPERIENCE

Venti moto per test ride e un corner con abbigliamento e accessori realizzati dal celebre designer Roland Sands al Biker Fest di Lignano Sabbiadoro.

Arriva in Italia la XDiavel Experience, il test ride itinerante dedicato alla cruiser con il DNA Ducati. Partita il 13 maggio da Peterborough, nel Galles, la XDiavel Experience sta girando tutta Europa. Prossima tappa la 31a Edizione del Biker Fest, il famoso raduno dedicato al mondo custom in programma dal 18 al 21 maggio a Lignano Sabbiadoro (Udine). La XDiavel Experience porta in tour uno stile di vita, quello XDiavel, con numerosi eventi per far conoscere e provare alla nuova cruiser Ducati.

martedì 16 maggio 2017

KAWASAKI: ARRIVA LO Z-DAY!

Il 21 maggio tutti in pista a Vairano per festeggiare i nuovi modelli della famiglia Z di Kawasaki.

Chi ama il verde Kawasaki non potrà perdersi questa splendida iniziativa che si terrà sulla pista di Vairano (Pavia) il 21 maggio. Si tratta di un evento/raduno dedicato a tutti i possessori di Kawasaki serie Z (dal 1972 a oggi) ma anche a tutti gli appassionati e ai molti fan della casa di Akashi che potranno condividere la loro passione per la naked giapponese con una giornata da passare in allegria insieme a tanti appassionati partecipando alle diverse attività organizzate per l’occasione:

SUZUKI DEMORIDE TOUR 2017

Con Suzuki potrete provare la gamma touring e sportiva sia su strada che in pista. E avrete la possibilità di conoscere Kevin Schwantz!
Sarà un weekend ricco d’adrenalina e d’emozioni sportive quello che vede Suzuki protagonista nel Nord Est d’Italia, a partire da venerdì 19 presso il Biker Fest International Lignano, festa del custom a livello internazionale, che cercherà di battere il record dell’anno precedente, con l'attesa di oltre 13.000 persone provenienti da ogni parte d'Europa. Suzuki sarà presente con il coinvolgente appuntamento del DemoRide Tour in collaborazione con DRAG CENTER, che darà modo a tutti gli appassionati di provare la vasta gamma Suzuki.

SUPERBIKE IMOLA: KAWASAKI LIMITA I DANNI

Rea amministra e porta a casa un doppio podio. Sykes parte bene la domenica ma fa il gambero.
A Imola contro il binomio Ducati/Davies non c’è stato nulla da fare. E a poco sono servite, alla domenica, l’inversione della griglia e la bandiera rossa esposta nei primi giri. Ciononostante Rea, forte del grande vantaggio in classifica mondiale, ha amministrato in entrambe le gare il piccolo tesoretto accumulato, limitando di fatto l’egemonia “rossa”.

SUPERBIKE: CAMBI REGOLAMENTARI ALL’ORIZZONTE?

Il dominio Kawasaki/Rea spinge Yamaha e Honda a chiedere modifiche regolamentari per tornare a essere competitive. Come risponderà la Dorna?

Sabato scorso il Direttore Generale di Yamaha Motor Corporation Eric de Seynes e Robert Watherston,Direttore di Honda Motorsport Europe si sono incontrati e hanno appurato d’essere in accordo circa la necessità di discutere cambiamenti regolamentari che possano riportare la Superbike al suo spirito originario.

domenica 14 maggio 2017

SUPERBIKE IMOLA

DOPPIETTA DI DAVIES BRAVISSIMO (E FORTUNATO)
Chiamatelo squalo, cacciatore, cannibale, mattatore, re di Imola o come vi pare, tanto il risultato è sempre lo stesso: doppietta da dominatore sul circuito italiano con una Ducati che guida come vuole lui. Pole e gara in solitaria sempre in testa al sabato e rimonta con vittoria alla domenica sono la sintesi del week end imolese del team Ducati Aruba.it Racing e di Chaz che hanno colorato di rosso il podio del circuito, almeno in gara 1, con il terzo posto di Melandri.

giovedì 11 maggio 2017

HONDA CRF450R e RX M.Y. 2018

IL BOTTONCINO MAGICO
Honda Motor Europe ha annunciato gli aggiornamenti previsti per il modello 2018 della vincente CRF450R per il motocross ancora più leggere, agili e performanti rispetto al passato. Per la prima volta la CRF450R sarà equipaggiata di serie con l’avviamento elettrico, utilissimo sia per gli appassionati che la usano per svago sia per i piloti impegnati nelle competizioni.

martedì 9 maggio 2017

MOTOGP GRAN PREMIO DI SPAGNA

BUONE QUALIFICHE MA GARA DA DIMENTICARE
Orfani di Rins infortunato e sostituito dal collaudatore Tsuda, la Suzuki ha vissuto un week end a due velocità con i buoni progressi fatti in qualifica e i pessimi risultati in gara. Se da un lato, infatti, il giapponese ha concluso il gran premio in diciassettesima posizione raccogliendo dati importanti per lo sviluppo della GSX-R (ma mancando punti che sarebbero potuti tornare utili al team) dall’altra parte del box la squadra rimpiange lo zero di Iannone caduto dopo pochi giri a causa degli pneumatici che hanno perso velocemente il grip.

lunedì 8 maggio 2017

SUZUKI KATANA GSX 1100 SD by TEAM CLASSIC SUZUKI

COSA RESTERA’ DI QUESTI ANNI ‘80
Nonostante l’ottimo (e potente) motore e la ciclistica rigorosa e sincera per i tempi, la Suzuki Katana con quel look forse troppo in anticipo sui tempi risulta più apprezzata oggi che non quando è stata presentata, andando a ingrossare l’onda del remake che sta trasformando anche i giallicci e inutilizzabili computer degli anni ’80 in veri e propri oggetti di culto.

MOTOGP GRAN PREMIO DI SPAGNA

APRILIA SEMPRE MEGLIO NELLA TOP TEN
 
Che durante l’inverno avessero lavorato duramente per migliorare l’RS-GP era sotto gli occhi di tutti. Ma arrivare a superare Valentino Rossi in gara su una pista gradita al “dottore” supponiamo non fosse stato neppure paventato in alcuno dei loro sogni più arditi. Eppure sulla pista di Jerez il consistente Espargaro ha fatto proprio questo, conquistando ai danni del portacolori Yamaha il nono posto sotto la bandiera a scacchi. 

MXGP GRAN PREMIO DELLA LETTONIA

TABELLA ROSSA PER CAIROLI!
Per chi non bazzica molto il mondo del motocross, la tabella porta numero rossa (a differenza di tutti gli altri sport motoristici) viene assegnata di volta in volta al pilota che in quel momento si trova in testa al mondiale. E così dopo un lungo inseguimento finalmente il nostro Tonino nazionale ha agguantato la leadership del mondiale grazie al secondo posto finale e, soprattutto all’incredibile errore di Gajser caduto mentre occupava il secondo posto.

MOTOGP GRAN PREMIO DI SPAGNA

DOPPIETTA HONDA CON PEDROSA IMPRENDIBILE
Non sappiamo dire se sia più bello l’incitamento dei box che sulla tabella scrivevano “dai piccoletto”, il fatto che Pedrosa abbia vinto la 3000esima gara del motomondiale o più semplicemente il suo ritorno sul gradino più alto del podio dopo che l’arrivo di Marquez l’aveva relegato nel ruolo di scudiero silente.

MOTOGP GRAN PREMIO DI SPAGNA

PODIO!
Si dice che il mondiale MotoGP inizi a Jerez. Non sappiamo se sia vero o meno fatto sta che con l’avvio delle gare europee Lorenzo porta a casa il primo podio in rosso, mettendo (forse) fine a un incubo iniziato a Losail e facendo ben sperare per il prosieguo del campionato.

MOTOGP GRAN PREMIO DI SPAGNA

DEBACLE YAMAHA, MA DI CHI E’ LA COLPA?
La prestazione del team ufficiale Yamaha sulla pista di Jerez è tutta racchiusa, oltre che nelle posizioni all’arrivo, anche nei tempi in gara rispetto alla passata stagione. Infatti rispetto allo scorso anno prendendo in considerazione le prestazioni di quei piloti che sono giunti al traguardo sia nel 2016 che nel 2017 sulla medesima motocicletta, tutti si sono migliorati (Marquez di circa 3 secondi, Pedrosa vincitore dell’edizione 2017 di 2, Redding di 14 e Baz addirittura di 4) ad eccezione di Valentino Rossi che ha accusato un ritardo sul tempo totale della gara di oltre 37 secondi.

giovedì 4 maggio 2017

HARLEY-DAVIDSON SPORTSTER “COBALT STORM” by JSK MOTO CO.

UNA, NESSUNA, CENTOMILA
Non sapremmo spiegare bene se sia dovuto a puro estro creativo o alla saturazione delle idee, fatto sta che la Cobalt Storm è una miscellanea di stili che, dagli pneumatici alle sovrastrutture, impedisce di definire con buona approssimazione una categoria cui possa appartenere. E colpisce il fatto che a creare e proporre questa special sia una factory piuttosto giovane, la JKS moto Co. nata nel 2010 a La Puente in quella terra di cercatori d’oro che è la California.

SUPERBIKE ASSEN

APRILIA CONTINUA LA SUA CRESCITA
Assen si è rivelato un circuito amico per il Milwaukee Aprilia team, regalando alla squadra la migliore sessione di Superpole dall’inizio dell’anno con Savadori terzo e Laverty sesto in griglia di partenza. Stesso discorso per gara 1 conclusa rispettivamente in quinta e ottava posizione nonostante alcuni problemi tecnici che hanno rallentato la corsa dei piloti nel finale.

SUPERBIKE ASSEN

HONDA SPERIMENTA MESCOLE MA NON CONVINCE
Al momento la nuova CBR1000RR Fireblade SP2 è più bella che convincente in pista dove continua a navigare nel gruppo degli inseguitori senza particolari acuti, pur rientrando spesso e volentieri nella top ten. Ma se queste sono le aspettative del team, pur volendo considerare che la moto e uno dei due piloti sono praticamente new entry, allora sarebbe meglio considerare il 2017 un anno di pura sperimentazione per poter puntare al titolo nel 2018.

MOTO GUZZI V7 SPORT “MASCHINE 18” by KAFFEMASCHINE CUSTOM MOTORCYCLES

BREVE STORIA TRISTE…CON LIETO FINE!
Se credete che solo negli Stati Uniti sia possibile trovare una scatola con una motocicletta smontata (magari una classicissima Harley Shovel o Kunckle), beh dovrete ricredervi. E possiamo essere certi che la vostra espressione sarà ancora più incredula quando scoprirete che la protagonista della “mistery box” era una Moto Guzzi V7 Sport 750 degli anni ’70…il “bassotto” come veniva affettuosamente chiamata ai suoi tempi.

mercoledì 3 maggio 2017

KTM SX 2018: IN ARRIVO LA NUOVA GAMMA!

PER CAMPIONI IN ERBA
Con una gamma che va dalla 50 SX alla 450 SX-F, con motori 2 e 4 tempi, KTM offre al pubblico di appassionati, amatori e professionisti una gamma di prodotti dedicati al Motocross dalle altissime qualità tecniche. Sviluppate in collaborazione diretta coi Factory Team che nelle ultime stagioni hanno dominato i campionati di tutto il mondo, le moto READY TO RACE della gamma 2018 si avvalgono del contributo prestato da piloti di spessore come Ryan Dungey, Antonio Cairoli e Jeffrey Herlings.

SUPERBIKE ASSEN

YAMAHA IN CHIARO SCURO
Come definire il week end olandese della Yamaha in Superbike? Difficile dirlo perché se in gara 1 i due portacolori della casa dei tre diapason si sono ritirati (non prima di esseri toccati nelle prime fasi della corsa), in gara 2 hanno tagliato il traguardo in quarta e quinta posizione raccogliendo punti importanti per la classifica con Lowes quinto e Van Der Mark sesto divisi da sei punti.

lunedì 1 maggio 2017

BMW R100RS by JRM MOTO

FRANKENSTEIN RACING
Aspettarsi che una BMW (soprattutto se molto anziana e con il motore boxer) possa assecondare le velleità corsaiole dei proprietari era un pensiero assurdo…almeno fino ad oggi. Infatti nella terra della lavanda, delle baguette e dello sbarco in Normandia, la cultura motociclistica ha partorito alla fine degli anni ’80 il supermotard e oggi un nuovo modo di concepire la sportività in salsa bavarese. J

SUPERBIKE ASSEN

PODI AMARI
C’è poco da dire sulla trasferta olandese della Ducati: due terzi posti e altrettanti ritiri per ognuno dei piloti del team Aruba.it racing. In gara 1 Davies, pur guidando sempre al limite, ha tenuto la testa della gara fino a due giri dalla fine quando Rea lo ha superato. Subito dopo all’ultima variante i sogni di un giro finale da cardiopalma si sono infranti quando la Panigale ha dato forfait per un problema tecnico.

BULTACO CAMPERA AGRICULTURA 175 RACER by FREERIDE MOTOS

LA SPECIAL DA PISTA

La domanda è semplice ma la risposta è spesso complessa: cosa spinge un motociclista a cercare il brivido della pista? Per alcuni è il piacere d’appoggiare per la prima volta il ginocchio sull’asfalto e mostrare orgogliosamente le “grattate” sulla protezione. Per altri è la possibilità d’esplorare la pura velocità in un ambiente relativamente sicuro. Altri ancora diranno che non c’è nulla di più bello del riuscire a raccordare le curve in rapida successione.

SUPEBIKE ASSEN

VERDE KAWASAKI: IL COLORE DELLA VITTORIA
Se avessero avuto un terzo pilota ufficiale probabilmente avrebbero monopolizzato tutto il podio visto il modo con cui Rea e Sykes hanno dominato il round olandese. E poco importa se Davies in gara 1 ha tenuto testa al capoclassifica, perché la sua Panigale a un giro dalla fine ha ceduto di schianto lasciando il gallese a quota zero punti.

venerdì 28 aprile 2017

DUCATI

VOLKSWAGEN VUOLE VENDERE DUCATI?
Nonostante un 2016 chiuso con un nuovo record di fatturato e vendite (+1,2 % rispetto al 2015, a sua volta positivo), secondo l’agenzia di stampa Reuters Volkswagen starebbe seriamente pensando di cedere la Ducati acquistata tramite l’Audi nel 2012 per 860 milioni di euro.
DUCATI: E’ GIA’ CRISI?
Dopo tre gare e un solo podio (Dovizioso secondo in Qatar) in Ducati la mancanza di risultati comincia a far sentire tutto il suo peso. Il Gran Premio delle Americhe sulla pista texana di Austin ha mostrato ancora una volta i limiti della coppia (per la verità ancora in fase di rodaggio) Lorenzo/GP17 che non sono andati oltre il nono posto.

mercoledì 26 aprile 2017

HONDA XR650L by HILL MOTO

IL MINIMALISMO CHE SA DI BUONO
Certe volte quello che colpisce di una moto, o di una special, non è l’aspetto generale in se quanto i singoli particolari. E, in tutta onestà, le moto moderne sono troppo cariche di design e sovrastrutture che complicano sia il look che la manutenzione. Prendete una monocilindrica moderna e una di trent’anni fa: la prima avrà una centralina da nascondere, degli iniettori (e probabilmente anche una pompa) al posto del carburatore, sensori vari, ABS radiatore con relativi convogliatori d’aria, mascherine e parabrezza più o meno estesi e serbatoi dalle forme strane.

MOTOGP USA

LA QUINTA SINFONIA DI MARQUEZ
E sono cinque vittorie consecutive sul circuito texano per Marquez. Dopo un inizio di campionato sottotono, l’America regala allo spagnolo e alla Honda la prima vittoria del 2017 e, forse, una ritrovata fiducia nella RC213V; sul podio sale anche il compagno di squadra Pedrosa, terzo dietro a Rossi. In realtà entrambi i piloti del team Repsol Honda sono apparsi a loro agio sul circuito americano fin dal venerdì e la gara è stata una conferma del buon settaggio della moto e del feeling che sembra essere stato ritrovato.

martedì 25 aprile 2017

BMW R1100GS “#1 BLUE HUNTER" by NCT MOTORCYCLES

LA CACCIATRICE
Mai nome è stato più azzeccato per una special. Immaginarsi su un passo di montagna (magari con pneumatici più stradali) o su un sentiero brullo e pietroso con quel po’ di fango e muschio che fa perdere aderenza alla ruota posteriore appena ci passate di sopra è quasi automatico dopo aver visto le foto della #1 Blue Hunter.

MOTOGP USA

ROSSI E LA LUNGA RINCORSA AL DECIMO TITOLO
Il terzo appuntamento del motomondiale ha messo in pista lo spettacolo e i colpi di scena che non ti aspetteresti con Vinales a terra, entrambe le Honda ufficiali sul podio e Rossi capoclassifica con…penalità.

lunedì 24 aprile 2017

“THE FEATHERWEIGHT” by KINESIS MOTO

PICCOLA BASTARDA!
Guardate bene questa piccola special; notate niente di strano? Aiutino: marchio Honda sul serbatoio e Ducati sul carter motore. Possibile? Assolutamente si, e non è tutto; ma andiamo con ordine. Quella che vedete in foto è la realizzazione di un progetto personale, un’idea folle, di Jeff Gittleson di Kinesis Moto che sul telaio di una Honda CB175 ha montato il monocilindrico di una Ducati 160 Monza Junior.

MXGP GRAN PREMIO D’EUROPA

CAIROLI INSEGUE IL NONO TITOLO
Il motocross è tra le più dure discipline sportive motoristiche a due ruote. Lo sa bene Tony Cairoli che nel gran premio d’Europa sulla pista di Valkenswaard, dove in passato ha trionfato ben sei volte, ha vissuto un week end ambivalente fatto di sfortuna e vittoria.

domenica 23 aprile 2017

BMW R NINET SCRAMBLER “LE TOUQET” by VTR CUSTOM

AZZURRA COME IL MARE
A prima vista sembra il risultato di uno scontro tra una Husky da cross degli anni ’70 e la Scrambler della BMW. E in effetti a voler andare a fondo, l’ispirazione per il look (e per molti particolari di questa preparazione) derivano proprio da quel tipo di motociclette.

HONDA FIREBLADE SP2

CBR A BUON MERCATO PER CHI VUOL CORRERE


Quando sembra che nulla possa essere inventato nel campo della produzione di serie delle supersportive, Honda riesce a tirare fuori il proverbiale coniglio dal cilindro proponendo una formula furba e coerente per tutti coloro che vogliono correre in pista (dai track day alla Superbike) con una CBR 1000 RR Fireblade SP2.

venerdì 21 aprile 2017

BMW R80 “SIX DAYS” by LUCKY CAT GARAGE

MEGLIO DELL’ORIGINALE
La nascita della famiglia GS passa da un’idea più simile a una pazzia che non a una vera e propria pianificazione industriale e di marketing (oggi si direbbe business plan), immaginata e realizzata da un ristretto gruppo d’ingegneri/piloti malati di fango e tassello che assemblarono i primi prototipi praticamente di nascosto dalla dirigenza.

HONDA CBR250RR

LA PICCOLA BELVA
La verità è che chi ha qualche primavera sulle spalle è orfano delle vecchie, fumose e potenti 125 a due tempi da oltre 34 cavalli alla ruota. E dispiace vedere come le nuove generazioni di sedicenni iperconnesse e social dipendenti siano “costrette” a guidare surrogati a quattro tempi che somigliano per suono e prestazioni più a dei tosaerba che non a vere motociclette propedeutiche e gustose.

mercoledì 19 aprile 2017

BMW HP4 RACE

LUSSURIA SU DUE RUOTE
215 cavalli per 171 chili (di cui 7,8 per il telaio in carbonio), motore da competizione preparato secondo le specifiche del campionato velocità, assemblaggio a mano in serie limitata (solo 750 esemplari), elettronica derivata dai team ufficiali e chi più ne ha più ne metta. La sintesi? Una superbike vera in salsa bavarese che, se sarete veloci, potrete portare a casa alla modica cifra di 80.000 euro. Ma andiamo con ordine.

SUZUKI

PICCOLI CAMPIONI CRESCONO (FACENDO ANCHE A SPORTELLATE)
Per il terzo anni consecutivo Suzuki ha dato il via libera al SAC (Suzuki Asian Challenge), un minicampionato dedicato alla piccola GSX-R150, composto da cinque appuntamenti ed entrato di diritto nel Campionato FIM Asia Road Racing come categoria a se stante.

HUSQVARNA 256 “THAGE” by 6/5/4 MOTORS

SERVIZIO MILITARE
Sa di cortina di ferro, di fumosi e puzzolenti scarichi e di schizzi di fango sulla tuta di pelle. E in effetti dato che si tratta di una Husqvarna 256 ex militare almeno due su tre sono elementi che le si addicono perfettamente. Chi ha partorito questa special anomala per la base e per il risultato finale (avete visto gli sci?) è Johan Nordin di 6/5/4 Motors, una factory di Stoccolma che prepara motociclette di ogni genere partendo da basi di tutte le epoche e che ha trovato l’ispirazione dai ricordi del padre che durante il servizio militare guidava proprio una Husky 256.

MOTOGP ARGENTINA

SUZUKI ALLA RICERCA DELLA COMPETITIVITA’

Ancora un week end amaro in Argentina per la Suzuki impegnata nella MotoGP con Iannone che chiude sedicesimo e Rins ritiratosi per problemi fisici. I piloti del Team SUZUKI ECSTAR non solo hanno chiuso nelle retrovie ma hanno mancato anche la zona punti con tutte le conseguenze del caso per il campionato. Iannone Si è reso protagonista (in negativo) di una partenza poco brillante e di un contatto nelle prime fasi di gara.

lunedì 17 aprile 2017

QUESTA MOTO NON ESISTE!
Funziona così: trovi un G/S a due valvole, lo seghi, lo tagliuzzi, lo smembri, lo tramuti in qualcosa che non era (magari in un bobber!), lo snaturi e poi lo vendi a decine di migliaia di euro a qualche hipster in cerca di una vintage bike con cui mettere in mostra al bar sotto casa se stesso, i risvoltini del nuovo paio di jeans e la barba appena fatta al barber shop di turno.

MXGP

INCREDIBILE RIMONTA DI CAIROLI CHE VINCE A TRENTO
Il week end del messinese in terra trentina verrà ricordato non tanto per gara 1 perfetta per condotta e risultato, quanto per gara 2 dove Tony ha costruito una rimonta furiosa e decisa che ha dell’incredibile. Il fine settimana è iniziato con una splendida vittoria nel primo round ottenuta dopo una partenza perfetta, una battaglia fatta di sorpassi e controsorpassi con il suo diretto rivale in campionato Gajser e chiusa con un piccolo margine sotto la bandiera a scacchi.

DUCATI MH900E by WALZWERK RACING

IN ONORE DI MIKE “THE BIKE”
Quando fu presentata, il design di Terblache colpì al cuore di molti ducatisti. La MH900e nata per commemorare l’epica vittoria di Mike “The Bike” Hailwood al TT nel ’78, sfruttava tutte e due le caratteristiche fondamentali del modello originale e della produzione Ducati dell’epoca: telaio a traliccio e motore bicilindrico raffreddato ad aria con distribuzione desmodromica.