domenica 22 febbraio 2015

HARLEY-DAVIDSON

SPORTSTER 1200 C “THE STREET TRACKER” by DEUS EX MACHINA
Quando vedo certe preparazioni come quella in oggetto mi si allarga il cuore per la felicità. In fondo lo spirito di base di Garage Italiano è quello di poter modificare le nostre motociclette seguendo il gusto personale di ognuno di noi ed in perfetta autonomia nei nostri garage.
Spesso Deus ci ha abituati a customizzazioni che richiedevano sapienza meccanica ed attrezzi da officina specialistica (oltre che una buona dose di ottimismo dal momento che tagliare il telaio comporta una modifica strutturale che impedirebbe il superamento della revisione). Nel caso specifico mi sento di poter dire che in fondo questa special può rappresentare un ottimo spunto per chi ama il genere tracker, con alcune accortezze. Innanzitutto la base: Harley-Davidson Sporster 1200 Custom del 1991 (quindi con alimentazione a carburatore). L’idea ispiratrice è stata quella di trasformarla in una motocicletta capace di sfruttare la verve della sportiva di Milwaukee in sicurezza anche su terreni più accidentati e sabbiosi. E se si esclude il taglio netto dei fender (oramai quasi una firma delle preparazioni Deus su base Harley) tutto il resto è pressoché stock e riproducibile da soli. Frecce più piccole riposizionate (sia davanti che dietro), faro anteriore di serie (con reticella di protezione data la declinazione fuoristradistica della preparazione) e posteriore ovale aftermarket. Copri riser cromato con porta spie e tachimetro differente, nuovi specchietti poggiapiedi e manopole (lo sterzo, sostituito, è più largo). A livello tecnico sono stati sostituiti il filtro aria, il sistema di scarico (con terminale singolo Bazooka), la trasmissione finale a catena con pignone maggiorato, gli ammortizzatori posteriori maggiorati e gli pneumatici adatti all’uso dual. La nota dolente è la porzione posteriore; come detto prima i fender sono stati tagliati per far posto ad un gruppo codino sella monoposto in pieno stile track. La linea se ne avvantaggia ma l’omologazione no. Per sopperire al problema basta fare un giro su siti specializzati per trovare codini similari che non richiedono il taglio del telaio posteriore risolvendo il problema. Altre modifiche estetiche di rilievo sono il sottosella con fianchetti laterali cromati e rifatti ed il parafango anteriore tagliato per ridurne le dimensioni. Infine la colorazione: base crema bianca con bande azzurre che tagliano longitudinalmente tutta la motocicletta e grafica Deus sul serbatoio. Direi che se avete una Sporty in casa e se vi piace il genere con pochi ritocchi e qualche week end a disposizione, potreste ottenere un risultato simile se non migliore guidati dal vostro gusto personale.