lunedì 2 marzo 2015

BMW

R 1100 GS “BULDOZZER” by OFFICINE SBRANNETTI
Non è difficile ipotizzare che la moda imperante di modificare le BMW (ed i GS in particolare) porterà ad un impoverimento dei modelli totalmente di serie o recuperabili. Capisco la voglia di modificare il proprio mezzo ma certe preparazioni sono talmente invasive (e talvolta anche insensate) da ridurre il tutto ad un motore rimaneggiato e telai tagliuzzati.
La GS per esempio è evidentemente una buona base di partenza: poliedrica, con potenza adeguata e disponibile a relativo buon mercato. Si possono montare sospensioni più sostenute e ben regolate per il fuoristrada o alleggerirla per l’uso anche cittadino o sfrondarla del superfluo per scramblerizzarla…senza intervenire pesantemente su telaio e motore (la BMW ha un fantastico telaietto posteriore removibile e sostituibile in toto). Quindi le esigenze di taluni preparatori di tagliare a tutti i costi a volte non trova la mia condivisione. Ciò detto vorrei proporvi una trasformazione su base BMW R 1100 GS del ’99 operata da Officine Sbrannetti. Senza essere invasivi hanno creato una tutto terreno privata degli orpelli più cittadini e con un’aria ruspante che le si addice parecchio. Sabbiate le parti usurate ed eliminati gli elementi ritenuti superflui è stato saldato sul telaio posteriore un portapacchi con funzione di reggisella; davanti un secondo telaietto è stato  creato per sorreggere faro (doppio) e parafango. Il radiatore dell’olio è stato spostato dietro la ruota anteriore e contemporaneamente sono stati sostituiti il manubrio (ora da cross), i comandi e la strumentazione con relative spie. Insieme al rifacimento dell’impianto elettrico sono stati modificati il fanale posteriore ora più piccolo montato sul parafango (entrambi sono nuovi, più piccoli, in alluminio e di chiara ispirazione crossistica), le frecce di dimensioni ridotte e lo specchietto retrovisore. La sella (nuova) è in cuoio e dello stesso materiale è la cinghia sul serbatoio. Infine impianto di scarico nuovo omologato e pneumatici artigliati. La verniciatura richiama l’attitudine campestre della Buldozzer con telaio e cerchi verdi, serbatoio color metallo e propulsore nero (vernice termica). Immaginate di poter montare un paio di borse laterali di cuoio e di andare per campi fino a sera…mica male no?