domenica 26 aprile 2015

INTERVISTA IN ESCLUISVA CON SERGIO DI MONTECATENA

L’ALTA MODA ITALIANA DELLA MOTO
Grazie ad una mia carissima amica ho avuto il piacere di conoscere e intervistare Sergio Monteverdi, creatore di Montecatena. L’impressione che mi ha lasciato alla fine della nostra chiacchierata (dove si è discusso di moto, di moda, anche di Baudlaire, medioevo e tanto altro) è stata quella di aver conosciuto il Lord Byron del settore dell’abbigliamento.
Concentrato prima di tutto sull’amore per il prodotto mi ha parlato della storia di Montecatena, marchio relativamente giovane apprezzato sia nel mondo della moda che in quello più tecnico delle due ruote per qualità, italianità e design ricercato del prodotto.

GARAGE ITALIANO: La prima domanda la definirei canonica: Montecatena come, quando e perché nasce. Trovo interessante la collaborazione tecnica ed ingegneristica con la manifattura Gimoto.
SERGIO MONTEVERDI: Montecatena nasce ufficialmente il 21 Aprile del 2012, che è anche la data della fondazione di Roma. Ma è un puro caso. Tramite un amico ho conosciuto Cesare Catena motociclista, designer, amico e Responsabile Design Prodotto. Il nome Montecatena ha origine dall’unione dei due cognomi. E’ elegante e aggressivo e suona bene sia in Italia che all’estero; ma sopratutto è un nome italiano. Nel 2010 siamo andati a EICMA con un prototipo della ROTAS e abbiamo cercato un’azienda con cui avviare una collaborazione. Dopo vari tentativi abbiamo conosciuto Daniele Mazzola di GIMOTO (manifattura specializzata da 120 anni) da cui siamo tornati un paio d’anni dopo. Si ricordavano di noi, ci hanno ascoltati e da lì è nata la collaborazione che dura tutt’ora. GIMOTO è una realtà totalmente italiana e artigianale. Curano il prodotto in maniera maniacale, posseggono umiltà e un’elevata competenza per i materiali dei capi e delle protezioni. Montecatena è il design e GIMOTO l’azienda che lo realizza.    
GI: La descrizione sulla vostra pagina Facebook recita “Montecatena®Armored Leathers. Italian high fashion motorcycle clothing. Handsewn by Milano”. Iniziamo dalla produzione fatta a mano e Made in Italy vostri fiori all’occhiello.
SM: Siamo molto orgogliosi della produzione tutta italiana dei nostri prodotti. Abbiamo laboratori in tutta Italia. Montecatena è un ponte che unisce nord e sud senza distinzioni. “By Milano” è un omaggio alla città meneghina attraverso cui celebrare l’Italia intera. Milano nel mondo è sinonimo di moda; inoltre è una città che lavora e fa lavorare. Questo payoff è un omaggio all’Italia, a Milano e all’artigianalità.
GI: La seconda caratteristica è la linea dei vostri capi (e lo stile) che, soprattutto nella collezione Rotas, ricordano le armature medievali (utilizzate addirittura rivetti d’ottone martellati).
SM: Armored Leathers vuol dire letteralmente “pelli corazzate”. In inglese non esiste il plurale ma la frase è una concessione poetica ripresa da Baudlaire che recita “Ci sono pelli corazzate con le quali il disprezzo non è più una vendetta”. Montecatena, come un’araba fenice che risorge dalle ceneri, è una rivalsa su tutti coloro che in passato non hanno creduto in noi. Inoltre è perfetta anche per indicare una delle caratteristiche della nostra produzione: il design ispirato alle armature medievali. E’ nato tutto per caso quando una sera fui fermato da un poliziotto per un controllo. Mentre parlavamo chiesi se fosse stato necessario avere un permesso per girare in sella a un cavallo e mi risposero che non serviva nulla ma che magari avrei potuto mettere il paraschiena. Ovviamente stavano scherzano ma con tono serio ho risposto “ e perché non un’armatura?”. E da lì ho iniziato a pensare al design della ROTAS.

Modello JUKA
GI: La terza caratteristica è il concetto di High fashion Motorcycle clothing.
SM: Sono molto orgoglioso di questo payoff perché fino ad oggi nessuno aveva mai osato accostare le parole “alta moda” e “motociclistica”. Una volta mi è stato chiesto quale fosse lo stile di Montecatena. Steampunk? Gothic? High fashion? Ho risposto tutt’e tre perché questo concetto che portiamo avanti si basa sull’idea di un capo tecnico protettivo ma che possiede anche stile: High fashion Motorcycle clothing per l’appunto.
GI: Con la linea Rotas avete avuto un effetto dirompente nello stile classico delle giacche tecniche. Nella collezione 2015 sono presenti due nuovi modelli (Juka e Tonajuka) con un design inedito per voi. Come sono nate? Che materiali vengono impiegati? A chi si rivolgono? Tra le altre cose nelle foto della Tonajuka si vede anche una bellissima cinta di vostra produzione.
SM: Le linee JUKA e TONAJUKA nascono come modello antitetico alla linea ROTAS ma con il medesimo grado di protezione e qualità. Sono ispirate alle giacche militari vintage ma con uno stile più “familiare” per il cliente rispetto al passato. Abbiamo previsto due modelli. La versione totalmente in tessuto “strech” militare senza elastan (JUKA) e la versione con maniche in pelle bovina (TONAJUKA). Entrambe avranno le protezioni removibili perché saranno giacche utilizzabili sia in moto che nel tempo libero.

Modello TONAJUKA
GI: Ogni motociclista ha una corporatura e una postura (soprattutto andando in moto) pressochè uniche. Siete in grado di personalizzare ogni elemento e misura dei vostri capi esattamente come un laboratorio sartoriale. Fin dove potete spingervi? E il web, in questo frangente, è utile?
SM: Nel medioevo le armature dei cavalieri venivano realizzate su misura. Oggi i cavalieri sono i motociclisti e le armature sono le nostre giacche. Siamo in grado di personalizzare ogni singolo capo, esattamente come farebbe un artigiano, in base alle esigenze e al gusto del cliente. Montecatena è “ODM DIVISION” cioè Original Design Manufacturer; in sintesi  chi acquista un nostro prodotto ha la possibilità di farlo letteralmente suo grazie alla totale libertà nella personalizzazione. Ovviamente un capo unico necessita di un processo di realizzazione un po’ più lungo del normale.
GI: Sartorialità quindi prodotto fatto bene e curato ma anche qualità delle materie prime.
SM: assolutamente si. La sicurezza passa da materie di prima qualità.
GI: I vostri capi hanno uno stile e una versatilità trasversali che vanno bene su ogni tipo di veicolo a due ruote (dalle custom agli scooter) perché il nemico è l’asfalto ed è uguale per tutti. Come può essere definito lo stile di Montecatena dal momento che mescolate sapore antico e materiali high tech?
SM: Il nostro design è ispirato dai tempi moderni ma dettato nelle linee dallo sconfinato patrimonio storico visivo Europeo. Abbiamo quattro universi distinti. ROTAS ispirata alle armature medievali. E’ il primo prodotto creato da Montecatena. JUKA e TONAJUKA di cui ho già parlato. C.R. una giacca concreta fatta per dimostrare che sappiamo fare la ROTAS ma anche modelli più “tradizionali” mantenendo la medesima cura e qualità ma con un prezzo più accessibile. E RAIDO, una giacca basica da immaginare come una tavolozza su cui il cliente può “dipingere” il proprio stile applicando patch o fregi in rilievo. Si tenga presente che cambia il design delle giacche ma non la qualità dei materiali e delle protezioni.
GI: Usate soluzioni che arrivano dal mondo racing. Quale tipo di approccio e di studio vi è dietro la realizzazione di un prodotto Montecatena?
SM: Montecatena è prima di tutto un’azienda che crea design. La nostra versatilità e creatività ha portato in pochissimo tempo diversi produttori Motociclistici (come ad esempio Millepercento, Moto Morini) a sposare il concetto High fashion Motorcycle clothing dove fanno propri i capi personalizzandoli con il proprio brand o, con l'aiuto di Montecatena disegnandone di totalmente nuovi, dando vita a produzioni dedicate dal carattere esclusivo che impreziosiscono il loro brand con accessori di altissima qualità, conoscenza  dei materiali e delle protezioni dei capi.
GI: USA, Russia, l’Europa: Montecatena è globale. In Italia come è organizzata la vostra rete commerciale?
SM: A Maggio inaugureremo a Long Island (New York) il primo showroom americano. Sarà l’inizio di una lunga serie. Siamo presenti nei quattro angoli del globo e in tutta Europa con partner dedicati. A Milano si possono trovare all’offical Store Montecatena/Millepercento in Piazzale Lagosta 1.
Su quest’ultima frase Sergio ride e spiega che la domanda è molto elevata e volendo garantire la qualità che contraddistingue i prodotti Montecatena, gli ordini vengono evasi con tempi coerenti.  Continua Sergio “la filosofia di Montecatena è quella del fare piano ma bene crescendo senza affanno come Hermès, curando il prodotto”. Trovo interessante l’accostamento tra l’azienda francese d’alta moda e Montecatena. Alla fine dell’intervista Sergio mi butta lì due informazioni che da sole varrebbero l’intero pezzo. La prima è che un prodotto Montecatena è stato utilizzato per l’immagine di copertina del libro “I CAVALIERI E LE VAPORIERE DELL’APOCALISSE. Guida ragionata ai revival medievali e ai tecnomedioevi post-apocalittici. Narrativa, cinema, fumetto, culture giovanili, moda, arte” di Roberto Roda. La seconda rende l’idea dell’attenzione che Montecatena ha per il cliente. Mi dice Sergio che chiunque acquisti un loro capo (sia esso una giacca o un paio di guanti) riceve un numero di cellulare di un referente dell’azienda, esattamente come faceva la Porsche fino agli anni ’60. Quale altra azienda offre un servizio così completo e dedicato?

Di seguito potete trovare i link di Montecatena.
Sito Internet MONTECATENA

Pagina Facebook MONTECATENA