mercoledì 17 dicembre 2014

S&S

CONCEPT AKRAPOVIC FULL MOON

Ed ecco un altro regalo che sarebbe belo ricevere per natale: il concept Akrapovic Full Moon sviluppato con l'aiuto degli sloveni di Dreamachine Motorcycles. L’azienda di scarichi non è nuova a queste cose; già in passato erano stati costruiti dei concept (Morsus e Mashina) per promuovere i propri prodotti.
Ad un primo sguardo è evidente come la Full Moon sia stata sviluppata fuori dai classici schemi dei customizer  con uno stile oscillante tra neo classicismo e futurismo. Quindi pur proseguendo sulla scorta del precedente concept Morsus, la Full Moon prende i nome dal grosso cerchio anteriore da 30 pollici realizzato in alluminio e carbonio e che somiglia, appunto, all’immagine della luna piena. Lo shock visivo viene amplificato dalla carenatura (strabordante e rastremata al posteriore e più succinta davanti) e dal grosso disco perimetrale anteriore. La Akrapovic ha dichiarato che per realizzare questo veicolo sono state necessarie oltre 800 ore di lavoro artigianale. Carrozzeria e telaio sono realizzati interamente in alluminio e si amalgamano al prolungamento degli scarichi finali (uno per lato) diventandone parte essenziale ed inglobando le luci di posizione posteriori. Lo sterzo minimalista e privo di cavi a vista fa il paio con le sospensioni idrauliche che permettono alla motocicletta di restare in equilibrio sulle due ruote anche quando viene parcheggiata. Non sono stati rilasciati dati significativi (ad eccezione di quelli riportati) se non per quanto riguarda il propulsore, un S&S da 93 pollici (1.524 centimetri cubici) replica dei famosissimi Knucklehead Harley-Davidson. Akrapovic ha coperto con la carrozzeria le innumerevoli parti speciali che compongono questa motocicletta che viene definita dalla stessa azienda slovena come “uno scarico unico”. Proprio per questo motivo la Full Moon rappresenta lo stato dell’arte della componentistica dell’Akrapovic e verrà esposta in molti altri eventi, mostre e fiere.