domenica 11 settembre 2016

HARLEY-DAVIDSON GAMMA TOURING

INCREDIBILI (E PIU’ POTENTI) I NUOVI PROPULSORI MILWAUKEE-EIGHT

Premessa: prima di scrivere dei nuovi propulsori Milwaukee-Eight 107 presentati da Harley-Davidson, abbiamo letto le impressioni di harleisti (e non) su vari blog e siti di settore. I più hanno gridato allo scandalo perché (citiamo testualmente) “la Motor Co. si sta giapponesizzando”.
In questo contesto, pur rispettando l’opinione di tutti, si può ritenere che alcuni giudizi siano stati, forse, troppo frettolosi e generici. Se è vero che i nuovi motori montano testate a quattro valvole (già introdotte con il propulsore Revolution della gamma V-Rod e vanto delle Harley-Davidson da competizione già negli ani ’10 e ’20 del secolo scorso!) e la doppia candela per cilindro (tecnologia già presente anche su alcuni modelli Sportster di qualche anno fa), è corretto anche dire che queste innovazioni tecniche sono inserite perfettamente nel più longevo bicilindrico con architettura a 45 gradi. Le quattro valvole migliorano la fluidodinamica e conseguentemente le prestazioni (che non vuol dire per forza più potenza in assoluto, ma anche maggiore coppia e fluidità di marcia a tutti i regimi) e la doppia candela (quasi necessaria su motore di 1.700cc) garantisce una migliore combustione ottimizzando (e riducendo) i consumi. Fatti due conti i nuovi propulsori rimangono legati alla tradizione, ma migliorano per coppia (che sui twin americani è una caratteristica imprescindibile), potenza (chiunque abbia guidato un’Harley-Davidson ha più o meno segretamente sperato in alcuni frangenti d’avere qualche cavallo in più) e fluidità d’erogazione (altra caratteristica fondamentale dei modelli di Milwaukee), riducendo pure i consumi (ancorchè di cilindrata maggiore)…in sintesi la quadra del cerchio. Quindi ben vengano gli aggiornamenti (o miglioramenti?) tecnici che a voler ben guardare erano già in fase avanzata di studio ben oltre 45 anni fa con il progetto Nova, pronto per la produzione nei primi anni ’80. Ma questa è tutta un’altra storia.     
Semplicemente migliore ma sempre uguale a se stesso, questo è in sintesi il nuovo propulsore dell’Harley-Davidson (il nono Big Twin prodotto dalla Motor Company) che fa il suo ingresso nel listino del costruttore americano andando ad equipaggiare la gamma Touring 2017 (compresi i Trike). Per definirlo basta la parola evoluzione dal momento che pur introducendo novità sostanziali, riesce a mantenere l'inconfondibile look, il sound e il feeling dei modelli precedenti. Lo hanno battezzato Milwaukee-Eight ed è nato per garantire una migliore esperienza di guida, rapidità nelle accelerazioni, più potenza, medesimo sound tipico delle Harley-Davidson ma con consumi minori. Scott Miller, Vice-President of Styling and Product Development Strategy ha affermato: "queste sono le motociclette Touring più potenti, più reattive e più confortevoli mai offerte da Harley-Davidson”, e Alex Bozmoski Chief Powertrain Engineer ha aggiunto “il motore Milwaukee-Eight porta l'eredità di Big Twin Harley-Davidson nel futuro. Pur rispettando il carattere essenziale di un Big Twin, abbiamo creato un nuovissimo propulsore. Ogni aspetto di prestazione, affidabilità e stile è stato migliorato per rispondere alle esigenze dei clienti Harley-Davidson di tutto il mondo". Tradizione e tecnologia, passato e futuro, pragmatismo e spirito convivono insieme nel nuovo Milwaukee-Eight che pur mantenendo il classico angolo dei cilindri V-Twin a 45 gradi, produce fino all’11% di coppia in più rispetto ai modelli degli anni precedenti e dispone di testate a quattro valvole che offrono il 50% in più di aspirazione e capacità di flusso di scarico. Inoltre il motore è controbilanciato  per  eliminare  il  75%  delle  vibrazioni  primarie  al  minimo mantenendo la classica sensazione di un V-Twin Harley, pur essendo molto regolare a velocità di crociera. Una nuova strategia di gestione del calore migliora il comfort del pilota e del passeggero. E nonostante la maggiore potenza e coppia, il Milwaukee-Eight offre più di risparmio di carburante rispetto ai modelli precedenti. I propulsori saranno proposti in due cilindrate: il Milwaukee-Eight 107 (1.745cc) e Twin-Cooled Milwaukee-Eight  107 (1.745cc) per i modelli standard e i Twin-Cooled Milwaukee-Eight 114 (1.870cc) per i modelli Harley-Davidson Custom Vehicle Operations (CVO). Contemporaneamente sono state introdotte nuove sospensioni (sia davanti che dietro) che migliorano il comfort, la maneggevolezza e le prestazioni di tutti i modelli Touring Harley-Davidson 2017. I nuovi ammortizzatori posteriori con tecnologia ad emulsione offrono dal 15 al 30% in più della regolazione del precarico degli ammortizzatori rispetto ai Touring precedenti, con una manopola per regolarlo idraulicamente. Paul James, Director of Motorcycle Product Planning Harley-Davidson ha affermato che “il precarico può essere regolato adesso in base al peso del conducente, del passeggero e all’andatura senza l’uso di attrezzi. Una volta impostato non calerà né richiederà ulteriori regolazioni". Le sospensioni anteriori presentano la nuova tecnologia Showa SDBVche garantisce prestazioni performanti e peso ridotto. A questo punto non resta altro da fare se non prenotare un test ride. Perchè come hanno dichiarato i vertici della casa di Milwaukee, bisogna provare i nuovi modelli per comprendere fino in fondo i miglioramenti delle nuove Touring.