lunedì 20 ottobre 2014

HARLEY-DAVIDSON

SPORTSTER 1200 STEALTH by MULE MOTORCYCLES
Immaginare una flat su base sporty è quasi automatico. Nel panorama mondiale tra kit e preparazioni complete le trasformazioni non si contano più. Ciononostante c’e’ sempre qualche builder che tira fuori il classico coniglio dal cilindro.
Tra questi sento di poter menzionare Richard Pollock che di questo genere di modifiche se ne intende parecchio. Oggi vi presento la Stealth (come il famoso aereo invisibile ai radar) chiamata così per la colorazione su base grigia scura e nera. L motocicletta americana è stata profondamente modificata a partire dal telaio (la parte posteriore ‘ stata ricostruita completamente) fino al motore Big Bore. Forcella Paioli rovesciata da 58 millimetri con piastre più grosse e riser inclinati verso il guidatore, cerchi in alluminio da 19 pollici di una Kawasaki anni ’80 con pneumatici da flat, ammortizzatori posteriori più lunghi e sportivi e pinze freno Brembo. Altro accessorio prelevato dai mercatini dell’usato è lo scarico Vance & Hines rimaneggiato ed accoppiato a collettori su misura. Oltre alla trasmissione finale a catena alle sovrastrutture Storz style, al manubrio largo ed alla strumentazione Motogadget (ed altri mille particolari) un occhio attento noterà un carter sinistro differente con il filo frizione spostato nella parte alta. E’ una finezza di Pollock che cosi’ crea un comando più diretto; inoltre ha previsto nuove finestre per intervenire sulla messa a punto del motore così da rendere più facile e veloce l’intervento. Pedane arretrate, assenza dei parafanghi (ma sono previste le luci di posizione e stop perché la Stealth deve poter girare sulle strade aperte al traffico), eliminazione di inutili attacchi ed orpelli segnano lo stile flat inequivocabilmente. Senza arrivare a questi interventi estremi è piacevole pensare di potersi ispirare e lavorare sulla propria sporty pensando ad uno stile simile.