venerdì 24 marzo 2017

BMW R1200R RACER “EDDIE 21” by VTR CUSTOMS

CHE RAZZA DI BMW E’ MAI QUESTA?
Osservare la Eddie 21 vuol dire rimanere fin da subito spiazzati per quell’occhietto che fa capolino da dietro le griglie orizzontali della mescherina, per la manopola che regola il mono posteriore che sembra provenire da un vecchio rubinetto anni ’30, per gli pneumatici slick perfettamente in asse con i cilindroni del boxer che sporgono quasi a voler fare a pugni con chiunque gli si avvicini, per quella strumentazione letteralmente annegata nel serbatoio e per…il serbatoio appunto, che tutto sembra fuorchè un elemento coerente con la serietà teutonica della grossa bicilindrica bavarese.
Cioè questa special su base BMW R1200R Racer tutto sembra tranne che una BMW (tradita unicamente dal propulsore). Eppure se riflettiamo sul nome con cui è stata battezzata forse riusciremo a unire i puntini. Eddie Lawson il più titolato tra tutti i piloti americani che hanno corso nella classe regina del motomondiale, il dinoccolato “floppy” (come lo aveva soprannominato un po’ troppo avventatamente il leggendario Nobby Clark) dallo stile di guida preciso e prudente che sulla costanza dei risultati ha costruito la sua carriera in 500, il campione del mondo che abbandona la sua Yamaha per la Honda con cui conquista l’alloro all’esordio. Tutto questo per dire che un cavallo di razza è tale anche se apparentemente non sembra tale. Esattamente come questa special che di serie è perfetta per stile e guida ma che nessuno immaginerebbe micidiale anche in questa configurazione. Pensata e realizzata da VTR Customs (preparatori svizzeri vincitori di diversi contest, il cui stile caratteristico è evidente anche sulla Eddie 21) trova la sua musa ispiratrice nella Kawasaki Z1000 degli anni ’80 con cui corse proprio Lawson. Stile squadrato, codino ridotto e tabella porta numero acquistano un senso logico e una coerenza che fino a questo momento apparentemente non c’era. Per ottenere quest’effetto sono stati modificati innanzitutto l’air box e, ovviamente, il serbatoio realizzando nuovi elementi in metallo che hanno abbassato la linea generale (grazie anche allo spostamento della strumentazione che ha “pulito” i volumi della zona manubrio). I cerchi sono dei Kineo da 17 pollici con pneumatici slick Bridgestone (anteriore da 120 e posteriore da 200!), scarico due in uno corto e basso (in pieno stile Kerker) Akrapovic Titan con terminale completamente aperto, pedane BMW HP, comando gas Rizoma, leve manubrio Magura e mono posteriore Öhlins. E se vi state chiedendo cosa c’entri lo specchietto posizionato sullo sterzo, è presto detto. Amelie Mooseder di BMW Motorrad Monaco, ha guidato la Eddie 21 a Goodwood e ha una particolarità: prima di ogni corsa si mette il rossetto. Purtroppo la special di VTR Customs era priva di specchi, così hanno pensato bene di montarne uno solo per lei alla base dello sterzo in un involucro personalizzato, convincendola a guidare la Eddie 21 anche il prossimo anno!