mercoledì 2 luglio 2014

YAMAHA YZ 250 by LORENZO BURATTI

FLAT TRACK RACING


Ecco, siamo giunti esattamente dove desideravo condurvi! Come realizzare la vostra flat partendo da una vecchia enduro (o cross), semplice, a miscela e nel vostro garage. Mi viene incontro una special realizzata da Lorenzo Buratti di cui ho già parlato in passato (andatevi a rivedere le sue opere perché sono fantastiche!). Recuperata una Yamaha YZ 250 due tempi del ’94 per poche centinaia di euro, Lorenzo l’ha spogliata di tutto il superfluo ed ha realizzato personalmente le nuove sovrastrutture ispirandosi alle moto da pista degli anni ’70, snelle ed essenziali. Pur modificando la forma ha mantenuto una colorazione molto pulita vicina al mondo Yamaha con il telaio riverniciato di nero, il gruppo serbatoio codino in blu/bianco e le tabelle porta numero chiare. Il motore è rimasto praticamente stock; revisionato totalmente con ricambi originali ha mantenuto le peculiarità originali (buon tiro ai bassi, velocità nel salire di giri e la giusta quantità di cavalli); d'altronde se non si interviene pesantemente sul motore non si spendono troppi soldi e si mantiene una buona affidabilità. L’unica modifica di rilievo è la sostituzione della marmitta con una FMF cromata in configurazione enduro per rendere più omogenea l’erogazione. Per la ciclistica si è intervenuto su ciò che la moto montava di serie abbassando le sospensioni ed indurendo idraulica e molle. Classica modifica per i cerchi con unità da 19 pollici a raggi e pneumatici specifici Maxxis. Partendo dall’assurto che in giro per il nostro bel paese ci sono effettivamente molte YZ 250 (ma vanno bene anche Honda o Suzuki o Kawasaki…insomma quel che vi potete permettere, od a parità di prezzo, quelle messe meglio) e considerando che per realizzare questa special la spesa sostenuta è stata inferiore al costo di uno scooter di 250 centimetri cubici, e dato per certo che gli interventi essenziali sono gestibili nel proprio garage (magari con l’aiuto degli amici) e considerato che il flat è una disciplina divertente ed allo stesso tempo importante per imparare a guidare davvero bene una motocicletta, mi chiedo….cosa state aspettando?