mercoledì 16 novembre 2016

FANTIC CABALLERO

RITORNA IL MITO
Anteprima mondiale ad EICMA del nuovo Fantic Caballero, il mitico “rego” su cui tanti giovani hanno mosso i primi passi nel fuoristrada tra gli anni ’70 e ’80.
Ma se allora il motore era un fumoso due tempi, oggi il Caballero si presenta più ecologico ma senza perdere la verve del modello originale, grazie a propulsori a quattro tempi da 125 250 e 500 centimetri cubici montati su due modelli distinti: Dual (mix tra una scrambler ed una tutto terreno) e Flat Track. La base comune (con lievi differenze tra le varie cilindrate) è la ciclistica con telaio con trave centrale superiore e culla inferiore in acciaio CrMo e forcellone In alluminio a sezione variabile. Le sospensioni pluriregolabile saranno delle Fantic FRS con forcella da 41 millimetri a steli rovesciati e mono collegato al forcellone tramite leveraggio progressivo. Stesso discorso per i freni, condivisi, con dischi a margherita da 300 (anteriore) e 245 millimetri (posteriore). La Dual monterà pneumatici 110/80 R19 davanti e 140/80 R17 dietro mentre la Flat Track userà dei 130/80 R19 e 140/80 R19 montati su cerchi d’alluminio anodizzati; conseguentemente la prima avrà un’altezza sella di 830 millimetri mentre la seconda arriverà a 845. La maggiore differenza sarà nei propulsori (tutti monocilindrici quattro tempi raffreddati a liquido) con il 449 centimetri cubici in grado d’erogare ben 43 cavalli, il 249 28 e il 125 15.