giovedì 15 giugno 2017

MOTOGP: APRILIA COMPETITIVA NONOSTANTE LO STOP TECNICO

Malgrado il problema tecnico della sua Aprilia, l’ottima qualifica di Espargaro dimostra i grandi progressi del progetto e della squadra.

Mettiamola così: nonostante il problema tecnico che ha costretto al ritiro l’Aprilia di Espargaro, le prestazioni dell’intero week end sono state più che positive. Ciononostante rimane l’amaro in bocca per l’occasione persa dopo un quinto posto in qualifica che voleva dire la seconda fila e, finalmente, una gara non in rimonta ma direttamente tra i big. La prestazione della RS-GP e di Aleix deve quindi essere letta con una prospettiva più generale secondo cui l’Aprilia è in evidente crescita, oltre che in gara anche nelle qualifiche.
Anche il ventiduesimo posto di Lowes (che, è bene ricordarlo, è un debuttante) ha un impatto differente; l’inglese ha infatti lottato per la zona punti fino a pochi giri dalla fine quando gli pneumatici non gli hanno più permesso di spingere: "la maggior parte del distacco dalla zona punti l'ho accumulata negli ultimi quattro giri. Purtroppo non avevo più feeling per spingere, mentre fino a quel momento le sensazioni erano state buone. Non è stato un weekend facile per noi, sotto molti punti di vista, ma portare a termine una gara difficile come quella di oggi serve tantissimo per la mia esperienza di pilota MotoGP". Tutto questo si traduce in esperienza accumulata durante una delle gare più complicate in assoluto nella stagione del debutto per Lowes. Il pragmatismo del Manager dell’Aprilia Racing Romano Albesiano traspare nelle sue dichiarazioni: “ci è purtroppo sfuggita una occasione, dopo aver dimostrato d’essere costantemente competitivi lungo tutto il weekend. Non sappiamo ancora l'entità del problema che ha fermato Aleix, siamo già al lavoro per approfondire la situazione e adottare le eventuali contromisure tecniche". Paradossalmente le buone prestazioni mostrate dall’Aprilia fanno dimenticare che il progetto RS-GP è completamente nuovo e giovanissimo e necessita, di conseguenza, degli affinamenti del caso. "In questo momento sono molto deluso – ha dichiarato Espargaro –. Abbiamo fatto un grande lavoro durante tutto il weekend e domenica avevamo il passo per giocarci almeno la top five, forse anche qualcosa di più. Ho fatto una buona partenza ma già dai primi giri mi sono accorto che le prestazioni non erano quelle del warm up, ovviamente ho continuato fino a quando la moto si è fermata. Abbiamo interrotto prima del previsto due gare, nelle quali eravamo competitivi, per un problema tecnico. Non fa piacere ma nelle corse accade anche questo". Anche il Team Manager Fausto Gresini si mostra dispiaciuto per il risultato mancato: “è un peccato, difficile dire altro. Abbiamo fatto un weekend praticamente perfetto, e Aleix aveva la possibilità di puntare a un risultato straordinario. Siamo in una fase di crescita tangibile ma ancora non raccogliamo quanto meritiamo. Dobbiamo continuare lo sviluppo, la RS-GP è ancora una moto work in progress e qualche intoppo ci può stare. Logico che, a caldo, rimanga un bel po' di amaro in bocca".