giovedì 10 agosto 2017

MOTOGP BRNO: APRILIA BUON RISULTATO NONOSTANTE LA PENALITA’

Nonostante una penalità inflitta dalla Direzione Gara a Espargarò per l’incidente ai box con Iannone, lo spagnolo chiude in ottava posizione dimostrando i notevoli progressi del progetto RS-GP.

Che fosse nell’aria la buona performance in gara lo si era capito fin dal venerdì (e ancora di più nelle qualifiche del sabato) quando le prestazioni della quadricilindrica italiana hanno permesso d’insidiare piloti d’alta classifica fino alla scivolata dello spagnolo. In gara Espargarò ha mostrato di saper gestire la tensione quando si è trovato nel gruppo di testa e solo dopo l’incidente dei box ha perso parte della concentrazione e del passo per consolidare quanto di buono fatto fino a quel momento.
La strategia ottimale gestita dal box ha permesso di limitare i danni con un ottavo posto che poteva essere qualcosa di più. Ciononostante pur occupando la tredicesima posizione in classifica generale, Espargarò si trova a meno di cinque punti dall’undicesimo posto e la costante presenza nella top ten durante i Gran Premi non possono che far ben sperare per la seconda metà del campionato. Lowes ha vissuto per la prima volta una gara condizionata dal flag to flag. Complice la poca esperienza del cambio moto e l’aver installato tutte le novità tecniche sulla RS-GP con assetto da bagnato (cioè quella con cui ha iniziato la gara) ha mostrato prestazioni discrete che lo hanno portato a concludere il Gran Premio in diciottesima posizione. "La gara è stata complicata fin dall'inizio – ha dichiarato Aleix Espargarò –. Non sono partito molto bene ma nei primi giri stavo recuperando, poi la pista si è andata asciugando piuttosto velocemente. Ho pensato di rientrare subito anche se non amo molto usare le slick con pista umida. Sono comunque stato fra i primi a cambiare moto, purtroppo l'episodio in pit lane ha coinvolto Iannone. Fortunatamente non ci sono state conseguenze fisiche per lui e per i ragazzi del suo team, ma una situazione così concitata non è facile da gestire. Ne parleremo in Safety Commission, mi sembra opportuno pensare a qualche modifica per rendere meno caotico il flag-to-flag. Nella seconda parte di gara non sono riuscito a essere incisivo, sia perchè utilizzavo la moto meno aggiornata con la quale avevo meno feeling sia per la scelta della gomma posteriore morbida che non permetteva di spingere. Sicuramente abbiamo perso una buona occasione per un risultato ancora migliore ma finire in top ten in queste difficili condizioni rimane una importante conferma del nostro livello". Del medesimo tenore le dichiarazioni di Sam Lowes: "domenica le condizioni erano molto strane. Siamo partiti sul bagnato ma la pista si è asciugata con una velocità incredibile, ripensandoci poteva non essere un azzardo partire direttamente con le slick. In ogni caso è stato il mio primo flag-to-flag, ed ho imparato molto da questa nuova esperienza. Ti devi adattare istantaneamente a una moto molto diversa, sfortunatamente le evoluzioni portate in questo weekend da Aprilia erano installate sulla moto da bagnato quindi non ho ritrovato lo stesso feeling. In ogni caso mi è servito per confermare il grosso step del nuovo pacchetto, che ha sicuramente un potenziale maggiore". Interessanti anche le dichiarazioni di Romano Albesiano Aprila Racing Manager: “dal punto di vista tecnico e sportivo è stato un weekend complessivamente molto positivo, siamo stati veloci in tutti i turni e anche in qualifica, senza la scivolata, Aleix avrebbe potuto partire dalla seconda o terza fila. La gara, come sempre in questi casi, è stata una lotteria ma siamo stati bravi con la strategia. Ci consolidiamo nella nostra posizione che è abbondantemente dentro la top ten, siamo veramente contenti del bel passo avanti fatto dalla RS-GP in questa gara. Purtroppo abbiamo subito una penalità per un episodio nel quale il pilota non ha nessuna colpa. E anche questa è una situazione che dovrà essere riconsiderata, quando molti piloti rientrano insieme al cambio moto la casualità ha un ruolo troppo grande. Con questa penalità Aleix non ha perso solo le posizioni ma anche tempo prezioso e, soprattutto, la concentrazione e il bel passo che aveva fino a quel momento”. Infine riportiamo anche la lettura del week end da parte del Team manager Fausto Gresini: “è stata una buona gara e siamo contenti del risultato, la moto è molto cresciuta, in Aprilia Racing hanno lavorato tanto e bene e oggi siamo più vicini ai primi anche se non abbiamo ancora espresso del tutto il nostro potenziale. Peccato l’episodio con Iannone che vede incolpevoli entrambi i piloti, da questo punto di vista la penalità inflitta al pilota è del tutto ingiusta. Si dovrà trovare rimedio e regole certe per questa situazione ma è chiaro che il pilota è incolpevole”.