martedì 29 agosto 2017

MotoGP Silverstone da dimenticare per Aprilia

Espargarò si ritira per un problema tecnico e Lowes scivola al quinto giro. Aprilia archivia Silverstone e pensa già a Misano.

E’ proprio il caso di dire che Silverstone non ha sorriso all’Aprilia e al team di Gresini in MotoGP. Espargarò pur con un infortunio fisico, ha centrato la terza fila in qualifica e in gara ha mostrato il valore della RS-GP e del pilota costruendo una splendida rimonta fino alla top ten. Il problema fisico ha limitato le prestazioni di Aleix nei primi giri quando, con il serbatoio pieno, soffriva parecchio nei veloci cambi id direzione.
Mano a mano che la moto si alleggeriva lo spagnolo ha potuto forzare il ritmo e solo un problema tecnico a poche curve dalla fine gli ha impedito di concludere nei primi dieci una gara che fino a quel momento era stata ottima. Meno fortuna ha avuto il compagno di squadra Lowes, ritiratosi dopo una scivolata al quinto giro. Inoltre in questi giorni l’inglese, che nella prossima stagione verrà sostituito da Redding, ha ufficializzato il suo ritorno in Moto2 dove tenterà l’assalto al mondiale della classe intermedia. "E' stato un weekend difficile – ha dichiarato Espargarò –. Sabato anche con pochi giri abbiamo dimostrato di poter essere veloci e domenica specialmente a inizio gara con il serbatoio pesante ho fatto davvero fatica. Nonostante questo stavamo per entrare nella top ten, che sarebbe stato un buon risultato alla luce delle mie condizioni fisiche. Non so ancora cosa sia successo, ho visto un allarme sul cruscotto e il motore si è spento. Un peccato perchè questi inconvenienti ci hanno fatto perdere delle buone occasioni, ora voglio riposare e farmi trovare al 100% a Misano". Deluso Lowes che nel gran premio di casa sperava in un buon risultato per se e per la squadra: “ovviamente non è stato il GP di casa che mi aspettavo. Il team ha lavorato alla grande e i fans sono stati fantastici, purtroppo in gara ho commesso un errore alla curva cinque. Si è trattato di una caduta a bassa velocità, ho controllato i dati della telemetria e le differenze rispetto al giro precedente erano veramente minime. E' frustrante, ma guardo alle prossime gare. Abbiamo ancora sei occasioni per migliorare, mi dispiace anche per Aleix che meritava senza dubbio un buon risultato". Nelle parole di Romano Albesiano, Aprilia Racing Manager, traspare tutta la fiducia sia nelle prestazioni della RS-GP che nelle performance in gara dello spagnolo: “prima di tutto voglio fare i complimenti ad Aleix, che è stato a dir poco eroico e avrebbe meritato di finire la gara nella top ten. Purtroppo l'elettronica della moto ha riscontrato un problema, sulla cui origine stiamo ancora indagando, spegnendo il motore. Questo weekend è stato sicuramente particolare, a causa delle condizioni fisiche critiche di Aleix, ma dal punto di vista delle prestazioni abbiamo visto segnali eccellenti di competitività". Dello stesso tenore le dichiarazioni del Team Manager Fausto Gresini:"Aleix ha fatto una grande gara, visti i problemi ha tenuto veramente duro e avrebbe meritato il risultato. Dobbiamo migliorare, questo è certo, ma c'è anche da dire che non siamo particolarmente fortunati. Purtroppo quando sei in una fase di sviluppo, dove ti ritrovi anche a testare in gara, può succedere d’incontrare qualche inconveniente. Mi conforta il fatto che, a prescindere dai problemi fisici e dallo stop tecnico, abbiamo ancora una volta fatto vedere delle buone prestazioni".