mercoledì 23 agosto 2017

SBK GP Germania: Camier sempre più convincente

Un quinto e un sesto posto consistenti per Camier. Manca lo step finale per puntare al podio.

Camier chiude il round al Lausitzring con un quinto e un sesto posto importanti in ottica mondiale. L’inglese, infatti, occupa l’ottava posizione in classifica generale ma può puntare al sesto posto da cui lo dividono 26 punti. Stesso discorso per MV Agusta che nella classifica costruttori è sesta (ma schiera un solo pilota) e a poche decine di punti da BMW e Aprilia.
In sintesi la consistenza c’è, il pilota pure e l’F4 RC mostra performance di tutto rispetto; manca il guizzo finale, l’ultimo step evolutivo, per puntare al podio se non addirittura alla vittoria, sfruttando i punti di forza della moto italiana. In gara uno l’inglese e la sua MV, dopo una buona partenza, sono stati i primi degli “altri” subito dietro a Ducati e Kawasaki e, sotto la bandiera a scacchi, a mezzo secondo da Melandri (quarto). In gara due, condotta sempre con le medesime prestazioni e gli stessi obiettivi della manche del sabato, solo un errore all’ultima curva ha precluso un altro quinto posto. “È stata davvero una gran bella gara (uno) per tutti noi ed io non posso che essere soddisfatto vista l’ottima performance della mia moto – ha dichiarato Camier –. Ho trovato da subito un ottimo ritmo e sono riuscito a fare dei bei sorpassi fin dai primi passaggi. Purtroppo, non sono riuscito a prendere il gruppetto di testa perché ho perso tempo nella bagarre a inizio gara ma sono abbastanza convinto che se avessi avuto un giro in più, avrei superato anche Melandri. Purtroppo in gara due ho avuto dei problemi in partenza e credo che dovremo lavorare ancora un po’ sul setting della frizione, per migliorare sulle partenze di gara. A parte questo, però, la moto è stata impeccabile e ho potuto stabilire un ritmo di gara molto veloce. Ho provato a sorpassare Tom Sykes fin dall’inizio e poi ci siamo ritrovati a lottare insieme per la quarta posizione; Tom aveva un passo molto veloce e io ho commesso alcuni errori nel giro finale, l’ultimo dei quali mi è costato la 5° posizione in favore di Lowes. Sono un po’ amareggiato per aver mancato la top5 ma al tempo stesso sono più che soddisfatto dalla nostra prestazione in gara e adesso non vedo l’ora di tornare in pista a Portimao. Un ringraziamento speciale ad MV Agusta e tutta la mia squadra per l’ottimo lavoro ed il supporto che ho ricevuto”.