giovedì 10 agosto 2017

MOTOGP BRNO: SUZUKI FUORI DALLA TOP TEN E DISASTRO AI BOX

Iannone scivola ai box durante il flag to flag ed entrambi i piloti sono fuori dalla top ten. Molta sfortuna e tanta pressione nel team.

E’ molto difficile giudicare il week end di gara della Suzuki a Brno. Se da un lato il cronometro è impietoso (Rins ha chiuso undicesimo a 33 secondi dal vincitore e Iannone è giunto diciannovesimo a un minuto e 23) dall’altro lato la sfortuna sembra essersi accanita con il team soprattutto con Andrea che già dal sabato di qualifiche ha avuto un problema con la sua GSX-RR e in gara durante il cambio moto è scivolato per evitare la collisione con l’Aprilia di Espargarò.
Sembra inoltre che nella caduta la moto di Iannone abbia colpito quella del compagno di squadra, piegandone un semimanubrio. In pratica in un solo colpo entrambi sono stati penalizzati dall’evento. Nonostante ciò e sebbene tutti e due i piloti siano rimasti fuori dalla top ten, possono essere evidenziati alcuni aspetti positivi. Primo tra tutti il ritorno di Rins nella bagarre in cui ha saputo tenere testa ai rivali a cui ha ceduto la decima posizione solo nel finale della gara (ha chiuso undicesimo a pochi millesimi da chi lo precedeva). Lo stesso Iannone sulla cui moto erano montati diversi particolari nuovi, dopo l’incidente dei box ha mostrato un buon passo. Il team è rimasto in Repubblica Ceca per provare queste novità durante una giornata di test e sebbene la classifica generale sia non positiva (Iannone è sedicesimo e Rins ventunesimo) ci si aspettano miglioramenti significativi da qui alla fine del campionato sia dal punto di vista delle prestazioni che, conseguentemente, anche della classifica mondiale. "È stata una corsa molto complessa a causa delle condizioni meteorologiche – ha dichiarato Rins –. Quando siamo entrati nella corsia per cambiare motociclette mi sentivo forte. Dopo il cambio, nei primi giri, la moto mi sembrava molto strana. Non riuscivo a mantenere il ritmo che avevo e non sapevo perché. Quando sono tornato al box mi è stato spiegato che la moto di Andrea aveva colpito la mia durante la caduta e il manubrio era stato danneggiato. Così, nonostante tutto, sono contento di ciò che abbiamo potuto fare questo fine settimana. Abbiamo fatto un importante passo avanti e ho potuto guidare bene grazie al lavoro della squadra". Queste le dichiarazioni di Iannone: "credo di aver fatto un buon inizio. Sono soddisfatto delle posizioni che ho guadagnato nei primi giri. Penso che avremmo potuto fare una buona gara. Sono entrato ai box nel quarto giro, ma siamo incappati in una situazione sfortunata per cui mentre stavo entrando, Aleix Espargaró stava uscendo. Per evitarlo ho dovuto frenare altrimenti l'avrei colpito. In questi casi il regolamento parla chiaro e la Direzione Gara ha già adottato misure. Non potevo fare di più di me. Comunque, anche se non avessimo avuto questo problema, la nostra corsa sarebbe stata compromessa perché la moto non era pronta con l’assetto da asciutto e questo non è un problema di sfortuna. Sono contento perché vedo il gran lavoro fatto in Giappone per darmi una moto competitiva".