mercoledì 1 febbraio 2017

MOTO MORINI CORSARO80 LIMITED EDITION

I MIEI PRIMI OTTANT’ANNI
Nel gennaio del 1937, il Ministro Segretario di Stato per le Corporazioni autorizzava la “Ditta Morini Alfonso con sede in Bologna” a iniziare l’attività di costruzione di motociclette e motofurgoni, e così Alfonso Morini (classe 1898) aprì la sua azienda. Meccanico capace ma anche veloce pilota, nel 1927 aveva già conquistato sul tracciato di Monza sei record mondiali in sella a una moto progettata da lui stesso. 
Da quell’atto del 1937 sono passati  ottant’anni  che  fanno  di  Moto  Morini  una  delle  aziende  di  motociclette  italiane  più  antiche ancora in attività. Dalla prima T125, alla 175 Settebello Aste Corte con cui Giacomo Agostini corse la sua prima gara, poi le Sbarazzino 100 e la Corsaro 125,  per  arrivare  alle  mitiche  Morini  degli  anni  Settanta,  come  la  3 ½  spinta  da  uno  splendido bicilindrico progettato da Franco Lambertini, “papà” anche dell’attuale Bialbero 1200 Corsacorta che anima la gamma odierna. La storia di Moto  Morini  è  fatta di modelli  di  successo  e  vittorie  sportive  ed  ora  questa  eredità  permette all’azienda  –  nata a Bologna ma trasferita a Trivolzio in provincia di Pavia dal 2014 – d’offrire  una gamma ampia e versatile, prodotta con modalità artigianali ma criteri industriali. Motociclette dall’affidabilità ben nota ai morinisti, dovuta alla ridondanza dei controlli di qualità su tutte le componenti e dall’assemblaggio fatto completamente a mano dai nostri tecnici, alcuni giovani e preparati, altri storici dipendenti dell’azienda. Il rilancio del marchio Moto Morini – che ora sta arrivando a compimento – è stato lungo e difficile ma oggi mostra i primi risultati concreti, come il primo modello completamente rinnovato, la Corsaro 1200 ZZ presentata a Eicma 2016. Su questa base, al Motor Bike Expo  di  Verona  ha debuttato un’edizione  limitata, la  Corsaro80, che celebra  l’importante ricorrenza. Una moto affascinante ed esclusiva, creata con  materiali  preziosi,  dall’alluminio battuto a mano per il serbatoio al carbonio con cui sono state create le sovrastrutture, i cerchi, il manubrio, le leve freno e frizione. Un modello che verrà costruito in soli otto esemplari, uno per ogni decennio di vita del marchio Moto Morini. Tutti saranno identificati tramite un numero progressivo da 1 a 8 e, su richiesta, dal nome del proprietario. La Corsaro80 è stata creata dal reparto One-Off di Moto Morini, un dipartimento che realizza esemplari unici su richiesta e specifiche dei clienti, special nate in fabbrica e rispettose delle norme: infatti, quando le modifiche scelte dovessero superare i limiti imposti dall’omologazione del veicolo, si procede ad un’estensione del documento omologativo per poter circolare senza timore di sanzioni o altri rischi. Sotto questo nuovo vestito disegnato per la Corsaro80 – più leggero, artigianale e prezioso –  c’è la Corsaro 1200 ZZ con tutte le qualità che il mondo degli appassionati scoprirà su strada nel corso della prossima primavera. Un motore potente e robusto, una ciclistica ancora più precisa e la giusta dotazione elettronica per divertirsi in sella senza che sia la moto a guidare ma lasci il piacere di farlo al pilota che la cavalca. Una moto al 99% italiana per le componenti che monta  e  assemblata  a  mano  nello  stabilimento  Moto  Morini.  Pronta a  correre  verso  i  prossimi  80  anni  di  vita  del Marchio.