lunedì 22 maggio 2017

GRAN PREMIO DI GERMANIA: 80 VOGLIA DEL NONO TITOLO!

Cairoli imprendibile segna l’ottantesima vittoria personale e allunga nel mondiale.

Sulla difficile e tecnica pista del Talkessel, in Germania, è arrivata l’ottantesima vittoria di Tony Cairoli nel mondiale di Motocross. Il fine settimana è cominciato nel migliore dei modi con la terza vittoria stagionale della gara di qualifica del sabato, dopo essere partito in testa e aver condotto dal primo all’ultimo giro la manche. Discorso diverso la domenica quando, nonostante un’ottima partenza, al quinto giro si è visto sorpassare dal compagno di marca Herlings che ha allungato velocemente, distanziandolo.
Nel finale Cairoli è riuscito a rimontare, riducendo il gap a mezzo secondo; i doppiaggi però non gli hanno permesso di sferrare l’attacco decisivo per chiudere la gara in testa. Si è rifatto in gara due dove è riuscito a fare il terzo hole-shot del fine settimana riuscendo con la sua KTM 450 SX-F a imprimere un ritmo impressionante alla manche, tagliando il traguardo per primo e vincendo l’ottantesimo Gran Premio della sua carriera. Il risultato è un buon allungo in campionato (+44 su Gajser che ora è incalzato a un solo punto di distanza da Paulin) e la conferma della tabella rossa. “Sono molto contento – ha dichiarato Antonio Cairoli dopo la gara –, sono partito bene tutte e tre le volte ed è il risultato del gran lavoro fatto da un po’ di tempo a questa parte. Su una pista così impegnativa, era molto importante guidare bene e non fare errori e mi è piaciuto, perché il terreno mi ricorda quello della pista di Malagrotta dove mi alleno da anni. In gara uno sono partito in testa ma Jeffrey era davvero veloce in alcuni punti e si è avvicinato in fretta, passandomi. Nella prima parte della gara era il più veloce in pista e ho perso il contatto, perché cercavo linee migliori. Dopo metà gara ho trovato un buon rimo e sono riuscito a ridurre il gap; sfortunatamente però alcuni doppiati mi hanno fatto perdere secondi preziosi e non sono riuscito ad avvicinarmi a sufficienza per attaccare. A ogni modo c’era ancora gara due per provare a vincere questo Gran Premio, così mi sono concentrato sulla partenza, centrando il terzo hole-shot e ho spinto forte per tutta la manche. Sono molto felice di questa vittoria e di aver allungato in campionato, anche se non è a questo che guardo in questo momento della stagione e non vedo l’ora che arrivi la prossima gara in Francia, dove ci sono sempre molti appassionati! E’ una bella pista e voglio affrontarla concentrato sulle partenze, perché sono davvero fondamentali”.