martedì 23 maggio 2017

LE MANS: MARQUEZ SBAGLIA (ANCORA) E PEDROSA VA A PODIO

Marquez cade e lascia per strada altri punti preziosi mentre il suo compagno sale sul podio e conquista il secondo posto nella classifica mondiale.

A Le Mans succede quello che non ci saremmo mai aspettati. Marquez cadendo butta al vento (nuovamente) una buona gara che gli avrebbe consentito di salire sul podio e guadagnare parecchi punti in classifica generale, soprattutto su Rossi e Vinales. Praticamente il peggior nemico di Marquez è proprio…Marquez che sotto pressione (complice forse anche una Honda non proprio perfetta) sbaglia e vede allontanarsi il sogno iridato.
Dall’altra parte del box, invece, Pedrosa fresco vincitore in Spagna, centra il terzo posto sul podio e a sorpresa scala la classifica iridata fino al secondo gradino a -17 da Vinales e a +6 da Rossi. E il risultato dello spagnolo acquista ancora più significato se si pensa alla posizione di partenza (tredicesimo in griglia) figlia di un week end travagliato. Molto bene anche per i team satelliti con Crutchlow quinto in gara e settimo nel mondiale (su cui pesa lo zero in Spagna) e Miller, abbonato alla top ten, che ha chiuso ottavo a Le Mans e decimo assoluto nella classifica piloti. “Sono super contento di questo podio perché sapevo che sarebbe molto difficile gestire bene la gara partendo dalla quinta fila – ha detto Dani Pedrosa –. Il pensiero di passare attraverso la prima chicane nel mucchio mi ha messo tanta pressione. E' stato un esercizio mentale cercare d’essere veloce e aggressivo senza cadere! Alla fine ho fatto una buona partenza, sono entrato abbastanza bene nella prima curva, e ho impostato rapidamente un buon ritmo. Ho recuperato alcune posizioni e mi sono anche toccato con Cal. Mi dispiace per questo, ma in realtà non era intenzionale. Avevo appena passato Dovi e non volevo superare Cal in quella curva, ma ha fatto un piccolo errore che ha aperto un po’ la linea, quindi mi sono infilato all'interno e ci siamo toccati. Dopo che Marc è caduto, ho continuato a spingere ma ero a due secondi dalle Yamaha. Cominciavo a sentire un po’ di chattering, e ho deciso di stare calmo perchè non volevo fare errori. Penso che abbiamo fatto una buona gara e un ottimo risultato per il campionato. E' un peccato che non siamo riusciti a fare bene in qualifica, ma stiamo lavorando con la squadra molto bene e il feeling con la moto è migliorare poco a poco. Non ci resta che continuare su questa strada per le prossime gare”. Queste le dichiarazioni di Marc Marquez dopo la gara: "è un peccato perché ero davvero concentrato sul tentativo di finire la gara. Da sabato non mi sentivo totalmente a mio agio con l’anteriore. Sapevo quale era il mio passo e che i piloti Yamaha erano più forti, ma il mio obiettivo era quello di combattere per il quarto o quinto posto ed essere competitivi fino alla fine. Ho cercato di stare attento, ma poi per qualche motivo ho perso l'anteriore molto rapidamente. Non mi aspettavo questo errore. Spero d’avere più feeling all’anteriore con il nuovo pneumatico Michelin. Dobbiamo lavorare duro e cercare di recuperare, ma non vedo l'ora di fare meglio nelle prossime gare“. Anche Cal Crutchlow parla della sua gara e ha detto che: “stavo lottando per far girare la moto con la gomma anteriore più dura; è stato davvero difficile e stavo perdendo un sacco di tempo. Ma mi sentivo abbastanza bene in frenata e sono abbastanza felice d’aver chiuso tra i primi cinque. Almeno abbiamo finito ed era importante dopo l'ultima gara. Al Mugello punterò ai primi sei, anche se ci sono un sacco di ragazzi veloci in questo momento, e sto sperando che il nuovo pneumatico mi possa soddisfare”.