giovedì 13 marzo 2014

BROUGH SUPERIOR

STORIA DELLA BROUGH SUPERIOR



La Brough Superior fu fondata da George Brough. George figlio di William Edward Brough, ex minatore che nel 1898 inaugura la propria officina a Nottingham, si appassiona alle motociclette grazie al lavoro paterno. Dotato di grande talento per la guida gareggia con le motociclette del genitore cui chiede continue modifiche tecniche per migliorare i mezzi sportivi e di produzione. Questa continua ricerca di miglioramento delle motociclette porta alla rottura del sodalizio con il padre e nel 1919 George apre la propria azienda chiamandola semplicemente Brough Superior. Sfruttando la notorità acquisita sui campi di gara si circonda di tecnici e materiali di primo livello; nel 1920 partecipa ad una corsa con la sua prima moto e poco tempo dopo presenta il primo modello di serie. Il nuovo marchio si fa rapidamente strada grazie ad una combinazione vincente di prestazioni senza pari e marketing intelligente (partecipa ai saloni nazionali ed acquista pagine pubblicitarie sulle più note riviste del tempo) al punto che le Brough Superior verranno presto soprannominate "le Rolls Royce delle moto". Inizialmente George si affida ai migliori produttori di componentistica e così le prime motociclette utilizzano il noto e potente bicilindrico JAP di 998cc. Ogni singola unità viene smontata, rifinito, verificato, migliorato e rimontato a mano nelle officine della Brough Superior.






Ottimo tecnico e bravo pilota George ha anche i suoi pallini: le sue motociclette potevano essere solo nere (eventualmente con fregi cromati sul serbatoio) e prive di qualunque marchio: sul dorso del serbatoio veniva applicato solamente un piccolo ovale perché “una Brough Superior non ha bisogno del marchio per essere riconosciuta” soleva dire. La SS80 (Super Sport 80 miglia orarie) poteva essere adattata alle esigenze del cliente direttamente in fabbrica attingendo al catalogo della casa. Potente, affidabile e ben frenata diventa ben presto un modello esclusivo. Ogni singolo mezzo viene assemblato e controllato minuziosamente; su una scheda che accompagna la moto vengono annotati gli accessori richiesti dall’acquirente. Nel 1924 alla SS80 con motore JAP a valvole laterali viene affiancata la SS100 sempre con motore JAP da 1000cc ma con valvole in testa. Ogni modello viene collaudato per accertarsi che raggiunga le 100 miglia orarie (da qui la sigla) ed alla consegna ogni acquirente riceve un attestato che garantisce tale prestazione. Le SS100 cominciano ad essere utilizzate in tentativi di record di velocità con eccellenti risultati. Nel 1928 su tutta la gamma Brough Superior viene adottata la sospensione posteriore con forcellone oscillante ed ammortizzatori a frizione progettato da George (versioni De Luxe).






Nel 1935 viene adottato il motore bicilindrico Matchless a valvole laterali di 1000cc meno potente ma più elastico ed affidabile della precedente unità JAP. Nel 1938 la sospensione posteriore viene sostituita con elementi telescopici. Nel frattempo vengono approntati alcuni modelli con cilindrate inferiori (500, 680 e 750cc). Lo scoppio della seconda guerra mondiale obbliga la Brough Superior a riconvertirsi per lo sforzo bellico. Al termine del conflitto l’economia mondiale non permette più l’acquisto di motociclette esclusive e costose e piuttosto che scendere a compromessi George termina la produzione. Tra il 1923 ed il 1940 sono state create poche migliaia di veicoli fino a quando nel 2008 Mark Upham imprenditore britannico acquista il marchio e lo traghetta nel nuovo millennio con la nuovissima SS100 (2013).