domenica 30 marzo 2014

BORILE CR 500 BY NERO OPACO

UNICA

Cosa succede se uno dei piu’ noti e bravi customizer brianzoli decide di mettere le mani su una Borile? Semplice, che da un’impresa folle nasce una motocicletta pazzesca. Trasformare una Borile CR 500, che sostanzialmente è una cafe’ racer, in una scrambler non è operazione che si fa tutti i giorni e, soprattutto, non è una customizzazione alla portata di tutti i preparatori; serve gusto estetico, cura dei dettagli e profonda conoscenza della meccanica. Ruggero e Paolo, titolari di Nero Opaco Motociclette, hanno scramblerizzato una CR500 prima generazione (costruita da Umberto in persona tra il 2002 ed il 2004). Partendo dal telaio monotrave d’alluminio originale Borile viene eliminata tutta la parte posteriore che adesso accoglie una sella monoposto letteralmente sospesa su un telaietto creato appositamente e rivestito di neoprene. Il serbatoio originale Borile, è stato invecchiato e colorato in nero opaco (marchio di fabbrica del team brianzolo). Restano di serie i cerchi da 17 pollici cui sono stati accoppiati nuovi pneumatici Heidenau K60 lievemente tassellati e polivalenti, la forcella Ceriani ed i freni Brembo. L’originale propulsore GM (per intenderci quello da speedway alimentato con alcol metilico) è stato rivisto nelle termiche della testata e nell’alimentazione. Se il bombardone da gara eroga 70 cavalli buoni, l’unita’ preparata e civilizzata da Borile ne fornisce 40. Su questo motore Ruggero e Paolo hanno montato un carburatore Keihin CV da 38 millimetri accoppiato ad uno scarico di derivazione MV Agusta. Infine lo stile: minimalista, aggressivo per certi versi (basta guardare il faro anteriore) e ricercato nei particolari come il coperchio filtro rendono merito ad una motocicletta che sarebbe piu’ corretto definire opera d’arte.