domenica 30 marzo 2014

ROYAL ENFIELD CAFE’ RACER BY T-FACTOR BIKES

CAFE’ RACER



Garage Italiano nasce per essere un luogo prima di tutto d’ispirazione per tutti coloro che cercano idee per creare una special nel proprio garage. Per questo e per altri motivi oggi vi presento una particolare elaborazione su base Royal Enfield nata nella terra del giglio giallo. T-Factor Bikes è un’azienda nata nel 2005 situata a poco meno di 30 chilometri da Bruxelles. Vendono e preparano motociclette di tutti i tipi con una particolare propensione per le Royal Enfield, le Norton e le Benelli. Yves, Philip e Mathias sono le menti e la linfa vitale di questo piccolo parco giochi che tratta il mondo delle due ruote a 360 gradi: personalizzazione e ricostruzione di moto e bici, abbigliamento, parti speciali. Da qualche anno è scattato l’amore per le piccole monocilindriche indiane e durante la lavorazione di altri progetti si sono inventati una gustosissima cafe’ racer. Base della preparazione è la classica Bullet 500 EFI totalmente smontata nelle sue componenti. Il telaio è stato ripulito di tutte le parti non necessarie e dipinto di un bel rosso acceso. Ruote (a raggi), carter motore, steli forcella, pedane e scarico (fatto su misura) sono stati verniciati di nero. All’anteriore è stato montato un disco ed una pompa freno della Beringer; dietro è stato mantenuto un elemento a tamburo e ganasce. Le piastre di sterzo sono state create ad hoc e per completare l’anteriore hanno montato due semimanubri, una strumentazione ridotta all’osso, un faro tondo nero ed il parafango di serie modificato e ridotto nelle dimensioni in pieno stile cafe’ racer. Il serbatoio è un accessorio in lega d’alluminio prodotto direttamente dalla Royal Enfield cui è stato accoppiato un codino con il piccolo faro tondo ed una sella monoposto creati appositamente per questa special. Gli ammortizzatori posteriori regolabili e con serbatoio separato sono della Hyperpro. Il motore di 500cc è stato modificato seguendo i dettami della scuola classica delle preparazioni, intervenendo sulla testata e sul filtro dell’aria cosi’ da incrementare leggermente la potenza massima; nella preparazione del propulsore il team belga ha deciso di mantenere il kickstart d’accensione. Per completare la piccola cafe’ racer hanno miscelato una sapiente verniciatura del telaio che contrasta con i particolari neri, mentre il serbatoio è stato lasciato al naturale ad eccezione delle decorazioni laterali bianche (richiamate sul codino) con il marchio Royal Enfield, e della striscia a scacchi che taglia in due la motocicletta.