mercoledì 19 aprile 2017

BMW HP4 RACE

LUSSURIA SU DUE RUOTE
215 cavalli per 171 chili (di cui 7,8 per il telaio in carbonio), motore da competizione preparato secondo le specifiche del campionato velocità, assemblaggio a mano in serie limitata (solo 750 esemplari), elettronica derivata dai team ufficiali e chi più ne ha più ne metta. La sintesi? Una superbike vera in salsa bavarese che, se sarete veloci, potrete portare a casa alla modica cifra di 80.000 euro. Ma andiamo con ordine.
Durante l’ultima edizione di EICMA era stata svelata una versione ancora più spinta ed estrema della S1000RR senza però dichiarare dati o eventuale messa in produzione. Oggi quel concept è realtà e si chiama HP4 Race, una moto da corsa purosangue dotata di soluzioni tecniche che garantiscono la massima performance dei piloti in circuito. In termini di propulsione, di elettronica e di sospensioni la nuova HP4 Race raggiunge il livello delle attuali moto da corsa ufficiali delle gare di superbike e, grazie al telaio in carbonio, le supera addirittura nella ciclistica. Grazie a un peso di 171 chilogrammi in ordine di marcia a serbatoio pieno, la nuova HP4 Race è addirittura più leggera delle attuali moto da corsa ufficiali del Campionato mondiale Superbike e pesa solo poco di più delle motociclette ufficiali di MotoGP. Telaio in carbonio di produzione industriale in architettura monoscocca, telaio reggisella autoportante e ruote in carbonio. Con questa premessa BMW Motorrad è il primo costruttore di motociclette del mondo a offrire con la HP4 Race un telaio principale interamente in carbonio dal peso di solo 7,8 chilogrammi, realizzato nell’ambito di una produzione industriale di piccola serie, rendendo accessibile così a tutti questa innovativa tecnologia. I cerchi realizzati nello stesso materiale risultano più leggere di circa il 30 per cento rispetto a quelli in lega fucinati, pur conservandone la rigidità. Anche gli ammortizzatori e i freni della nuova HP4 Race mantengono la promessa di offrire tecnologia da competizione al massimo livello. Sia la forcella upside-down del tipo FGR 300 che il monoammortizzatore tipo TTX 36 GP sono marchiati Öhlins; la stessa soluzione viene montata nelle moto del Campionato mondiale Superbike e MotoGP. Il braccio oscillante in lega leggera, composto da elementi fresati e in lamiera, viene utilizzato anche nel Campionato mondiale Superbike. Con le due pinze freno Monoblocco Brembo del tipo GP4 PR, anche l’impianto frenante offre componenti utilizzati di norma solo nei campionati mondiali. Pistoni in titanio rivestiti superficialmente e pinze monolitiche in alluminio a superficie trattata chimicamente al nichel costituiscono attualmente la migliore combinazione di materiali. In abbinamento ai dischi freno in acciaio Racing T-Type dallo spessore di 6,75 mm e diametro di 320 mm l’impianto offre una performance frenante straordinaria. Nella nuova HP4 Race viene montato un propulsore da corsa purosangue, simile alle specifiche 6.2 e 7.2 del Campionato mondiale endurance e Superbike. La potenza di picco è di 158 kW (215 CV) a 13.900 g/min. La coppia massima di 120 Nm viene raggiunta a 10.000 g/min. Rispetto al propulsore della S 1000 RR, la rotazione massima è aumentata da 14.200 g/min a 14.500 g/min. Per raggiungere l’obiettivo della migliore performance possibile viene utilizzato un cambio da corsa a sei marce “close-ratio” dai rapporti ottimizzati e varie trasmissioni secondarie (la dotazione di serie comprende differenti pignoni e ruote dentate per la catena). La nuova BMW HP4 Race è equipaggiata con un ampio pacchetto di sistemi elettronici di regolazione e di assistenza nonché con un impianto elettrico di bordo a peso ottimizzato, sviluppato appositamente per le corse. Il 2D dashboard con memoria dati leggibile (2D logger) fornisce numerose informazioni. Dynamic Traction Control DTC, Engine Brake EBR e Wheelie Control, completi di avvertimento acustico e controllati dall’elettronica, offrono numerose possibilità di taratura in base alle caratteristiche del percorso e alle condizioni del fondo stradale. I sistemi sono programmabili secondo le richieste del pilota in dipendenza della marcia selezionata e permettono di sfruttare in modo ottimale l’enorme potenziale di dinamica di guida della nuova hp4race. Ulteriori soluzioni elettroniche sono il Pit-Lane-Limiter che provvede a rispettare i limiti di velocità nella corsia dei box e il Launch Control che assicura delle partenze da corsa perfette. La carena in carbonio, il coperchio della scatola filtro aria e la sella sono verniciati nei colori BMW HP Motorsport. Il serbatoio in alluminio spazzolato a mano e rifinito con una vernice trasparente ne sottolinea il look pregiato, d’ispirazione fortemente sportiva.