mercoledì 19 aprile 2017

HUSQVARNA 256 “THAGE” by 6/5/4 MOTORS

SERVIZIO MILITARE
Sa di cortina di ferro, di fumosi e puzzolenti scarichi e di schizzi di fango sulla tuta di pelle. E in effetti dato che si tratta di una Husqvarna 256 ex militare almeno due su tre sono elementi che le si addicono perfettamente. Chi ha partorito questa special anomala per la base e per il risultato finale (avete visto gli sci?) è Johan Nordin di 6/5/4 Motors, una factory di Stoccolma che prepara motociclette di ogni genere partendo da basi di tutte le epoche e che ha trovato l’ispirazione dai ricordi del padre che durante il servizio militare guidava proprio una Husky 256.
“Ho sentito un sacco di grandi storie circa le sue avventure sulla neve con la moto – dice Johan – e volevo provarle anche io”…e come dargli torto? Trovata una 256 in buono stato dotata del suo piccolo motore due tempi da 15,4 cavalli con cambio a quattro marce, ha montato una struttura che permettesse di tenere degli sci in posizione rialzata fino a quando, a necessità, con il peso delle gambe potessero essere abbassati per planare sulla neve come una slitta. Ovviamente per tenerli in posizione e continuare a usare il cambio a pedale è stata approntata una leva che li tiene in posizione. Alcuni comandi sono stati modificati per poterli utilizzare sia con la mano destra che con la sinistra ma la di là di questi piccoli particolari a cui bisogna fare attenzione durante la guida, tutto il resto risulta normale se non addirittura divertente. Come tutte le moto militari, la 256 badava più al sodo che non al look: vernice verde (o grigia) e tanto robusto ferro hanno lasciato il posto a una silhouette più moderna soprattutto al retrotreno dove telaio e parafango sono stati abbondantemente ridimensionati e accoppiati a nuovi freni a tamburo e ad ammortizzatori dall’escursione maggiorata; un elemento a LED ha completato la “civilizzazione”. L’avantreno ha mantenuto buona parte dello stile originale sebbene siano stati sostituiti il manubrio e il faro (Bates). Nuove guarnizioni per il motore, una rinfrescata a carburatore e frizione e una marmitta con la giusta espansione hanno dato quel tocco in più alla Thage senza snaturare il modello d’origine. Vernice nera e pneumatici Mitas sono stati il colpo di grazia e la piccola 256 militare è entrata con un salto nel ventunesimo secolo, fumando e scoppiettando. Adesso a Johan non resta che attendere il prossimo inverno per provare anche gli sci e imbarcarsi in qualche avventura da raccontare al genitore.