giovedì 19 giugno 2014

HARLEY-DAVIDSON

PROJECT LIVEWIRE 


“Scatena un nuovo tipo di libertà nel mondo. Re-immagina le possibilità e il modo di andare in moto. Project LiveWire. Ecco l'elettrico come solo Harley-Davidson saprebbe fare. Metterla sulla strada per scoprire quanto guidarla ti possa far batter il cuore e muovere l'anima. Lo vuoi provare?” Con queste parole Harley-Davidson svela al mondo dei motociclisti il nuovo progetto denominato LiveWire e dichiara che come per il progetto “Rushmore” anche in questo caso i pasionari del marchio indicheranno la via da seguire. Infatti un ristretto numero di clienti negli Stati Uniti contribuirà alla costruzione del futuro primo veicolo elettrico H-D guidando ed offrendo i propri feedback. Sebbene non sia dato ancora sapere se Project Livewire andrà in produzione o meno, come per la Street e per il sistema di raffreddamento a liquido delle big twin anche in questo caso l’Harley-Davidson si stà reinventando grazie al contributo dei suoi clienti e battendo strade innovative; stiamo assistendo ad un nuovo ed esaltante capitolo evolutivo della storia della casa americana. Forte di una tradizione radicata, la Project LiveWire Experience inviterà i clienti e i potenziali ad un test ride finalizzato a raccogliere pareri e dettagli in merito a questa motocicletta. Anche coloro che non sono in possesso della patente, avranno l’opportunità di provare la potenza del Project LiveWire grazie al Jumpstart, un’esperienza di guida simulata. Nel 2014 sarà lanciato un tour che partirà dalla Route 66 e visiterà più di 30 concessionarie Harley-Davidson fino alla fine dell’anno. Nel 2015 la Project LiveWire Experience proseguirà negli Stati Uniti e arriverà anche in Canada e in Europa. Dichiara Matt Levatich, Presidente e Chief Operating Officer di Harley-Davidson Motor Company “Tutto questo conferma la capacità di reinventarsi da parte di Harley-Davidson. Negli ultimi anni abbiamo allargato la nostra offerta per rivolgerci a un sempre più ampio pubblico, così come abbiamo reinventato il nostro approccio allo sviluppo e alla produzione dei nuovi modelli. Il risultato sono stati i recenti lanci di prodotti innovativi come il Project Rushmore, la Street 750 e 500 e infine il Project LiveWire.” Mark Hans Richer, Senior Vice resident e Chief Marketing Officer di Harley-Davidson Motor Company ha detto “Con Project LiveWire è come essere davanti alla prima chitarra elettrica, è un’espressione di individualità e stile iconico ed è anche elettrica. Project LiveWire è un forte segnale da parte nostra, come azienda e come brand. Il sound è un elemento distintivo. Sembra un caccia che decolla da una portaerei. Il sound unico di Project LiveWire è stato pensato per differenziarlo dai motori a combustione interna e dalle altre motociclette elettriche sul mercato. Offriamo un’esperienza senza paragoni e siamo guidati da quello che i nostri clienti ci dicono e da quanto risulta essere rilevante per loro. La tecnologia dei veicoli elettrici sta evolvendo rapidamente e non vediamo l’ora di ricevere i pareri dei motociclisti che parteciperanno alla Project LiveWire Experience, così avremo sempre più elementi per comprendere questo mercato in continuo sviluppo.” Conclude Matt Levatich, Presidente e Chief Operating Officer di Harley-Davidson Motor Company “Preservare l’ambiente che visitiamo in moto è importante per tutti noi. Il Project LiveWire è parte del nostro sforzo per proteggere e rinnovare la libertà on the road per le future generazioni. Come azienda che ha vissuto 111 anni di successi, ci piace pensare al nostro ambiente in termini generazionali per i prossimi 111 anni.” E’ evidente che la questo mezzo vedrà la luce nel listino di serie solo se i feedback saranno positivi; e d’altronde proprio per la natura del custode-led non potrebbe essere differente. Intanto godetevi la gallery ed il primo video; e preparatevi ad andare al cinema perché come è avvenuto per la Street 750 con “Captain America: the winter soldier” anche la futura Harley-Davidson eletrica apparirà nella saga Marvel “The Avenger 2”.