martedì 20 maggio 2014

HARLEY-DAVIDSON SPORTSTER 1200 by DEUS EX MACHINA

“BALD TERRIER”



Perle; come altro definire le creazioni di Deus ex Machina se non perle nell’infinità delle brutture di serie nel mondo delle motociclette. E che siano corpulente Harley-Davidson piuttosto che piccole Yamaha alla fine il risultato è sempre lo stesso: meraviglie su due ruote. Prendere una paciosa Sportster del 2007 e donarle cattiveria e maggiore carattere non è da tutti. Come da prassi del team australiano le prime modifiche che detteranno la linea ed il risultato finale sono dedicate alla parte posteriore del telaio (ridotto) ed ai cerchi sostituiti con pezzi a raggi da 19 e 18 pollici per equilibrare il design tra anteriore e posteriore. Il retrotreno è stato rifatto con un parafango più piccolo ed essenziale con il piccolo porta targa all’estremità, una sella monoposto molto cafè racer (che fa il paio con le pedane arretrate della Storz ed ai semimanubri) ed una coppia di ammortizzatori Ikon. Davanti il look è anche più estremo con il parafango ridotto ai minimi termini, nuove pinze freno che mordono dischi a margherita (sia all’anteriore che al posteriore) ed una cromatura degli steli forcella in cromo nero (si avete letto bene NERO!) completamente inedita e scelta appositamente per dare un aspetto ancora più marcato a questa special. Quello che rende questa Sportster più muscolosa rispetto alla versione stock è sia il serbatoio derivato da una Yamaha SR 400 (fortemente modificato con cinghia centrale su misura realizzata in lega leggera e con un tachimetro Daytona annegato al suo interno) ed il bellicoso scarico due in uno della Vance & Hines accoppiato al filtro aria più performante. Alla fine la verniciatura color bronzo delle (poche) sovrastrutture esalta maggiormente l’unicità di questo mezzo realizzato specificamente per un solo cliente che scorrazza allegramente per le strade di Sydney…ma chi l’ha detto che non possiate realizzarlo anche voi nel vostro garage?