lunedì 5 maggio 2014

HONDA CB 350 SAKE’ RACER by VALMY MACHINE

CAFE’ RACER


Questa special è tanta roba insieme. Una moto semi smontata pagata solamente 500 euro, una smisurata passione per le due ruote, un garage, olio di gomito e, finalmente, un mezzo che si puo’ trovare anche in Italia abbastanza facilmente. Ognuno di voi puo’ davvero prendere spunto da questo progetto (seguendo anche la cronistoria fotografica della customizzazione) e fare da se’ la propria special in garage, limitando al minimo gli interventi esterni di meccanici e carrozzieri. Tutto ha inizio con una vecchia Honda CB 350 K4 della prima meta’ degli anni ’70, malmessa ed acquistata per poche centinaia di euro. Smontata completamente e’ stata revisionata nella meccanica grazie anche all’aiuto per le parti più complesse (non siamo mica tutti meccanici!) dai ragazzi di Croco Dèco Moto, un team di preparatori francese. Il propulsore è stato dipinto con vernice nera; pochi ritocchi alla meccanica hanno donato un look da vera racer (filtri aria e collettori scuri con terminali cromati). Davvero particolare la lattina sul fianco destro utilizzata per il recupero dei liquidi. Il telaio come da prassi in questi casi è stato spogliato di tutti gli attacchi non necessari, sabbiato e ricolorato in nero. Le sospensioni sono state abbassate quel tanto che bastava per rendere più bassa e filante la linea (gli ammortizzatori posteriori in effetti sono stati sostituiti con elementi dalla corsa ridotta); contemporaneamente i cerchioni sono stati cambiati con elementi a raggi di una CB 250 dipinti di nero, che avendo la stessa misura sia all’anteriore che al posteriore bilanciavano la vista laterale della moto. I freni a tamburo sono stati revisionati ma non modificati. Molta attenzione invece è stata posta alla posizione di guida ed ai comandi. La sella è stata rifatta rifoderata e resa praticamente monoposto, il serbatoio è stato sostituito con un modello Honda CB 350 ma serie K0 e sono state montate pedane più moderne e leggere. Il manubrio proviene dal catalogo Deus; pneumatici, ammortizzatori e supporti faro forati da Dime City Cicles mentre faro, marmitte, frecce, contagiri e parafanghi (in alluminio) sono della GPS Classic. In sostanza per alcuni interventi meccanici ci si è affidati alle abili (ed esperte) mani di meccanici qualificati; alcuni particolari sono stati comprati su cataloghi di ditte specializzate ma il grosso del lavoro è stato fatto nel proprio garage utilizzando principalmente gusto e sapienza nel miscelare i vari accessori.