venerdì 18 aprile 2014

BMW R100/7 by BOYLE CUSTOM MOTORCYCLE

ALL TERRAIN



Altro giro altra BMW. Questa colta ci spingiamo fino in America presso la Boyle Custom Motorcycle dove Kim, il proprietario, prepara mezzi incredibili. Questo ragazzo seppur sufficientemente giovane, ha gia’ parecchi anni di lavoro da customizer alle spalle su varie categorie di moto (chopper, scrambler, cafe’ racer) e con diversi modelli (BMW, Harley-Davidson, Yamaha…). Ha un gusto ed una pulizia d’esecuzione invidiabili ed evidentemente anche un gran cuore se è vero che la BMW di questo post l’ha fatta per un suo amico con un budget praticamente pari a zero. Ha candidamente ammesso che la BMW R100/7 del 1978 non sarebbe stata la base da cui sarebbe partito ma il risultato e l’espressione felice e soddisfatta del suo amico hanno mitigato i dubbi iniziali. Per poter conferire un aspetto aggressivo alla moto (a proposito è una scrambler? O un bobber? O una cafe’ racer con ruote artigliate? Mah!) Kim ha pulito, lucidato ed abbassato di circa 4,5 pollici la forcella originale mentre dietro, per ribilanciare assetto e scuotimenti in sella, ha montato delle molle progressive ed alzato gli ammortizzatori di circa mezzo pollice. Sostituito il manubrio con uno più largo e sistemato il faro anteriore (lucidato ed integrato con una rete metallica per proteggere la parabola) ha cominciato a lavorare sull’assetto in sella. Via il serbatoio originale rimpiazzato con quello di una R90 a cui è stato aggiunto un tappo flip-clip. Le ruote a raggi sono state smontate, revisionate e dipinte a polvere nera. Il telaietto posteriore è stato modificato con l’aggiunta di alcuni pezzi di un telaietto Ducati Monster; per adattare la sella in pelle è stato utilizzato un fondo in alluminio modellato alla perfezione. Un piccolo unghia di lamiera fa capolino dietro il codino: si tratta di un pezzetto recuperato da un vecchio parafango, saldato al sottotelaio ed utilizzato per reggere anche il microscopico faro posteriore realizzato in acciaio inox (la targa è stata spostata sul forcellone). Sostituiti i filtri con elementi conici e montato un nuovo scarico 2 in 1 rifatto completamente e rivestito con finitura ceramica nera, meno costosa della cromatura. Il grado di finitura di questa special ha portato Kim a limare letteralmente ogni vite, bullone e punto di attacco del telaio ed ad equilibrare la cromia generale (bilanciando la colorazione basata su tonalita’ opache e lucide del nero, parti spazzolate e lucidate ed utilizzando un serbatoio bianco).