mercoledì 23 aprile 2014

NORTON DOMIRACER SPECIAL EDITION

CAFE’ RACER



E’ passato quasi un anno da quando la Norton Motorcycles UK ha presentato questa special edition nata intorno al propulsore della Commando 961. La Domiracer originale era una Dominator più leggera (16 chili in meno) e potente, in grado di superare agilmente le 100 miglia orarie. Il progetto ebbe vita breve (dal 1960 al ’61) e la sua fine coincise con la definitiva chiusura della fabbrica Norton di Birmngham. A distanza di 50 anni Simon Skinner ha disegnato una nuova Domiracer partendo dall’idea dell’essenza di una cafè racer Norton, pura, senza badare a spese, il tipo di moto che un appassionato vorrebbe costruire sulla base di una Commando da spogliare completamente. Il propulsore è quello della 961 di serie con un radiatore dell’olio supplementare e scarichi sdoppiati liberi. Il telaio progettato appositamente per questo modello, è più leggero dell’unità di serie e richiama il famoso “letto di piume” delle Norton da corsa. Le sospensioni sono Ohlins pluriregolabili sia all’anteriore che al posteriore; codino (monoposto), parafango anteriore ed air box sono in fibra di carbonio mentre il serbatoio della benzina è in alluminio. Classica dotazione minimalista e da cafè racer con un grosso contagiri agganciata alle piastre di sterzo lavorate semimanubri; il forcellone posteriore è un elemento in tubi con capriata di rinforzo superiore mentre le ruote sono a raggi. Ed ora le note dolenti: serie limitata in soli 50 esemplari, prezzo allineato al blasone del modello e moto non omologata per la circolazione su strada (sebbene con un sovrapprezzo in fase di costruzione l’esemplare può essere “arricchito” con gli accessori necessari per la libera circolazione sulle strade pubbliche). Evidentemente la Domiracer è una instant classic, una moto per pochi ma nulla vieta di poter prendere ispirazione per poter costruire la propria special magari su base Norton (esistono anche i modelli di serie Commando 961 SF, Cafe’ Racer e Sport) o su una meno costosa ed abbordabile Triumph Bonneville.