martedì 15 aprile 2014

HARLEY-DAVIDASON SPORTSTER MODELLI DAL 2007 AD OGGI

GUIDA ALL’ACQUISTO



La serie Sportster dell’Harley-Davidson è un modello che non accusa il vento della crisi. Esiste nei listini della casa americana da quasi sessant’anni (il primo modello risale al ’57 e fu introdotto come versione più leggera e sportiva delle grosse tourer), è un’entry level (ad eccezione della Street 750 a breve presso i concessionari), viene declinata in sette versioni (ognuna customizzabile secondo i propri gusti e desideri) ed è accessoriata come le opulente tourer. Equipaggiata con due motorizzazioni (883 da 44 cavalli e 60 nanometri e 1202 centimetri cubici da 60 cavalli e 98 nanometri di coppia massima) monta dal 1986 il bicilindrico a 45 gradi Evolution; nel 1990 è stata equipaggiata con un cambio a cinque rapporti, trasmissione finale a cinghia dentata in kevlar e silent block per limitare le vibrazioni del motore sul telaio mentre nel 2007 è stata introdotta l’iniezione elettronica. Sicuramente tra i pregi della linea Sportster possono essere annoverati la cura costruttiva ed il valore dell’usato, la personalità di tutte e sette le versioni e la coppia del motore che regala un’erogazione corposa ed una spiccata facilità di guida. Ed ecco il primo grande vantaggio per un neofita che si approccia ad un’Harley-Davidson: nonostante la mole (circa 250 chili) grazie alla sella davvero bassa, alla morbidezza dei comandi (frizione, freni ed acceleratore), alla dolcezza della trasmissione finale a cinghia ed all’erogazione lineare ma corposa del motore non avrete difficoltà nel guidarle. Altro aspetto molto importante è la posizione dei comandi; dal momento che i pedali possono trovarsi in posizione avanzata, centrale o arretrata e che anche sella e manubrio presentano conformazioni differenti a seconda dei modelli, anche tra l’usato troverete quello piu’ adatto alle vostre esigenze. Il telaio è pressoche’ lo stesso per tutta la serie Sportster mentre cio’ che cambia maggiormente, influenzando la dinamica della motocicletta, sono i cerchi (anteriori da 16, 19 e 21 pollici) e l’escursione delle sospensioni. Pochi i difetti legati principalmente alla tipologia di moto; su tutto le pedane che toccano presto in piega e le sospensioni dall’escursione non elevatissima. Ciononostante la Sportster è una moto adatta a tutti, dal neofita al motociclista di ritorno, dalle donne agli amanti del marchio. Inoltre sia che si opti per un mezzo nuovo o usato la scelta di modelli è vasta. Si va’ dalle basiche Iron 883 alle versioni Roadster (sempre 883 ma con un look simile alle versioni da dirt track), passando per le SuperLow 883 con sella bassa e 1200 con equipaggiamento Touring (SuperLow T) alle 1200 Custom e Seventy-Two (quest’ultima è il classico chopper), per concludere con la Forty-Eight 1200 (bobber con serbatoio peanut e ruotoni da 16 pollici). Tutte le Sportster nuove montano l’ABS (dal 2014) e possono essere richieste depotenziate per i neo patentati. Il mio personale suggerimento è di fare un giro presso i concessionari di zona ed informarvi sia per un mezzo nuovo che per uno usato (Harley-Davidson ha un ottimo programma di usato garantito e se trovate un modello anniversary non fatevelo scappare) scegliendo in base ai vostri gusti e successivamente sbizzarrendovi con gli accessori aftermarket del catalogo ufficiale.    

SPORTSTER ROADSTER







SPORTSTER CUSTOM 








SPORTSTER FORTY EIGHT














SPORTSTER IRON










SPORTSTER SEVENTY TWO









SPORTSTER SUPERLOW 








SPORTSTER SUPERLOW T